Una Lamborghini in Fvg negli scatti di Mattia Balsamini

28 Ottobre 2020

BOLOGNA. Un grande progetto fotografico che celebra le bellezze dell’Italia, esaltandone le qualità e l’identità competitiva attraverso le sue 20 Regioni. È questo l’obiettivo di Automobili Lamborghini che, con l’iniziativa “With Italy, For Italy – 21 views for a new drive” vuole contribuire attivamente a valorizzare e dare un segnale di impulso al suo Paese nel periodo di emergenza Covid-19. La Casa di Sant’Agata Bolognese ha convocato venti tra i maggiori talenti della fotografia italiana, chiamati a interpretare l’ethos, l’unicità e l’eccellenza delle 20 Regioni italiane insieme a 20 Lamborghini. Ai 20 artisti selezionati si è aggiunta la grande fotografa Letizia Battaglia, a cui è stata affidata una speciale interpretazione della sua città, Palermo.

Il Friuli Venezia Giulia è tra le regioni protagoniste di questo ambizioso progetto che avrà un’eco a livello globale. A interpretarla il fotografo sociale Mattia Balsamini, che a bordo di una Urus, ha toccato alcuni degli angoli più suggestivi del territorio. Il suo è un racconto che si snoda attraverso i luoghi più misteriosi e meno conosciuti della regione, dove ad essere enfatizzato è il gioco di contrasti tra le linee pulite ed essenziali della Lamborghini e la complessità e ricchezza di sfaccettature della natura.

Il progetto
In seguito alla fase di selezione e photoshooting dei 21 fotografi realizzati tra giugno e agosto, dall’8 settembre il progetto è entrato nel vivo con la promozione sui canali di comunicazione e social media della Casa del Toro. L’Emilia Romagna è la tredicesima Regione ad essere stata svelata, in un tour virtuale che dalle Isole risale la Penisola da Sud a Nord concludendosi a novembre. I modelli utilizzati per il progetto fanno parte della gamma Lamborghini attuale: dall’ultima novità a tecnologia ibrida, la Sián Roadster, fino alla iperprestazionale Aventador Svj e al Super Suv Urus, passando per l’agile Huracán nelle versioni a trazione integrale e posteriore, coupé e spyder. L’affresco di supersportive colorate e ipertecnologiche sarà completato da alcune vetture storiche della Casa come Miura, Countach e Diablo.

Mattia Balsamini, nato il 24 Settembre 1987 a Pordenone, si stabilisce nel 2008 a Los Angeles, iniziando il percorso di studi al Brooks Institute of California. Nel 2010 collabora con lo studio di David LaChapelle in qualità di assistente e archivista. Nel 2011, dopo aver conseguito il Bachelor con menzione d’onore ritorna in Italia. Dal 2012 è docente di fotografia per il Master Interactive Media for Interior Design dell’Università Iuav di Venezia. Membro dell’agenzia fotografica Contrasto, focalizza la sua attenzione verso temi legati al territorio d’origine, il concetto di casa e il lavoro inteso come fattore identitario dell’uomo.

Le sue immagini sono state esposte a: Triennale di Milano, Maxxi, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Villa Manin e Istituto Italiano Cultura a San Francisco. Collabora con testate e clienti tra cui: Apple, Banca Nazionale del Lavoro, Domus, Enel, Eni, Esquire, Fendi, Financial Times, Fondazione Prada, Gq, Geo, Icon, Internazionale, Liberation, M Le Magazine du Monde, Mercedes Benz, Nike, The New York Times, The Observer, Politecnico di Milano, The Guardian, Vogue, Wallpaper*, Wired.

Condividi questo articolo!