Settant’anni di Ferrari. Prezzi “abbordabili” nell’usato

8 Settembre 2017

A settembre la Ferrari spegnerà 70 candeline. Il week-end di festa si svolgerà il 9 e il 10 a Maranello e sarà ricco di eventi emozionanti. Clienti provenienti da tutto il mondo parteciperanno a un fine settimana che prevede tra l’altro un’asta, un Concorso d’eleganza di Ferrari storiche e uno spettacolo celebrativo. Uno dei momenti salienti sarà senza dubbio l’asta di sabato 9 “Leggenda e Passione”, organizzata dalla celebre RM Sotheby’s. L’evento è destinato a diventare l’asta monomarca più importante della storia delle auto da collezione. Per l’occasione saranno battute le auto più importanti dei 70 anni: tra queste una 275 GTB Alloy del 1966 “muso lungo” completamente certificata dal reparto Ferrari Classiche, che conserva ancora motore e trasmissione originali.

Ma non è finita. Quelli appena trascorsi sono stati, a loro volta, mesi importanti. La Ferrari ha infatti chiuso il secondo trimestre con un utile netto di 136 milioni, in crescita del 30% rispetto all’analogo periodo 2016. La vera novità non sono però i risultati economici, da qualche anno in continua salita. La “bomba” è che Ferrari produrrà un Suv: “Non come quelli che esistono oggi sul mercato, e non servirà per competere con Porsche. Sarebbe un prodotto diverso, che non si può comparare con altri dello stesso segmento”. Marchionne ha spiegato che si tratterebbe di un utility vehicle che permetterebbe un utilizzo più ampio mantenendo le caratteristiche del brand”. Sarà una macchina “che non esiste oggi. Dobbiamo guardare ad altri modelli, occupare nuovi spazi”. Tenendo sempre presente che l’esclusività resterà al primo posto negli obiettivi.

Ma qual è la situazione di Ferrari nell’usato? Autouncle.it ha cercato le Ferrari più vendute negli ultimi due mesi (con almeno 20 esemplari). Si tratta di modelli diversissimi tra loro, per età e caratteristiche. La più venduta è sicuramente la F430 (oltre 80 esemplari), berlinetta sportiva prodotta dal 2004 al 2009, che ha sostituito la 360 Modena. Considerata la Ferrari recente più economica, ha offerto molte innovazioni derivate dalla Formula 1, come il differenziale E-Diff. Da usata si trova anche a meno di 100 mila euro.
Di tutt’altro tipo la seconda classificata, la 208. Una Ferrari insolita: montava un motore 2.0 (per ragioni fiscali) con soli 155 CV. Attenzione: si trova spesso in vendita a prezzi assurdi. Si sfrutta il fatto che ha un design identico a quello della 308 GTB, ma non vale più di 30mila euro. Chiude il podio vendite la California, che fu il primo modello nella gamma Ferrari ad adottare una carrozzeria di tipo coupé-cabrio, con capote in metallo, scomponibile e ripiegabile. Fu un momento di svolta nella storia della casa perché concepita per poter essere utilizzata come vettura di tutti i giorni. Dal 2012 si chiama California 30.

Il resto della classifica è ancora all’insegna della varietà. Si va dalla 360 ad una delle Ferrari più discusse di sempre: la 348, l’ultima dell’era di Enzo Ferrari e la prima con al comando Montezemolo. Spesso criticato, questo modello ha in verità tanto da dire, in particolare in versione Challenge. La F430 di cui sopra è stata poi sostituita dalla Ferrari 458, sesta classificata, prodotta dal 2009 al 2015 in quattro modelli: Italia, Spider, Speciale e Speciale A. Rispetto alla precedente, la 458 ha emissioni e consumi inferiori, pur avendo maggiore cilindrata e potenza. Berlinetta a due posti dalla linea mozzafiato, la Ferrari 488 è la più nuova (e la più costosa in classifica). Evoluzione della 458 Italia (della quale riprende alcuni spunti) è più lunga di un paio di centimetri. 30 anni di età (in media), invece, per la Mondial: se vi interessa spendere sotto i 50 mila euro, questa è la Ferrari per voi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!