Robusto e versatile Goa Plus è anche curato e confortevole

22 Giugno 2019

PAVIA. Cercate un pick-up robusto, affidabile e infaticabile, con un motore che spinge forte fin dai bassi regimi e non si stanca mai? E’ sicuramente il nuovo Mahindra Goa Plus il compagno di lavoro perfetto, con le versioni a 4 ruote motrici con ridotte che consentono di affrontare ogni tipo di terreno. Il vano di carico ha uno spazio molto ampio, versatile e facilmente accessibile, perfetto anche per carichi voluminosi e pesanti, con una portata utile che va dai 995 kg (4×4, doppia cabina) ai 1.195 kg (4×2, cabina singola). Il tutto con un occhio attento alla qualità di vita a bordo e al comfort degli occupanti, grazie a interni molto curati, spaziosi ed ergonomici. E’ equipaggiato con il moderno propulsore turbo-diesel 2.2 che eroga 140 cv, con una coppia max di 330 Nm, tutta la potenza necessaria per accelerazioni rapide e per affrontare in scioltezza i percorsi più accidentati e le salite più impegnative, anche a pieno carico.

Viene messo in vendita dalla Casa indiana in due allestimenti, S6 e S10, due versioni, singola e doppia cabina, tutte 4×2 o 4×4 ed è in grado di soddisfare ogni esigenza. Con gli allestimenti speciali estende ancora di più il suo raggio d’azione: mezzo antincendio, veicolo per la protezione civile e il pronto intervento, soccorso stradale, eccetera. Il nuovo pick-up di Mahindra è stato oggetto di ben 51 modifiche rispetto al modello precedente: tra i punti di forza un indovinato e personale restyling che lo rende ancora più accattivante e grintoso, un motore cresciuto in coppia e potenza e una massa rimorchiabile di ben 3.000 kg; il nuovo cambio manuale a 6 marce con innesti morbidi e precisi, i dispositivi di assistenza in discesa e per le partenze in salita.

I modelli a trazione integrale inseribile elettricamente sono l’ideale dappertutto, in tutte le stagioni e nelle situazioni più difficili, dove è richiesta un’ottima motricità. Proprio per questo Goa Pik-Up Plus (sic) è stato scelto da numerosi enti e organizzazioni pubbliche e private che operano nell’ambito della sicurezza e del soccorso pubblico. Fin dal debutto sul mercato europeo, nel 2005, si è fatto apprezzare per le sue doti di robustezza e affidabilità. Ora ha pure un design personalissimo, che nella parte frontale si uniforma al family-style del resto di gamma. Un intervento altrettanto profondo ha riguardato gli interni, aggiornati ed ergonomici, per soddisfare anche quella fascia di clientela sempre più esigente che non rinuncia, anche in un veicolo “da lavoro”, a un elevato livello di qualità e comfort.

Le sue linee scolpite non lasciano indifferenti. Il frontale è un mix di grinta, energia, solidità e carattere con la nuova mascherina con inserti cromati, il gruppo ottico spigoloso sottolineato dalle “sopracciglia” superiori a Led (S10), con doppia parabola interna, fendinebbia integrati e grande presa d’aria al centro del cofano per far respirare meglio il possente motore turbodiesel. Anche la vista laterale è personalissima, con la profonda scalfatura che disegna l’intera fiancata e ne accentua il vigore. Completano lo stile i nuovi cerchi in lega argento/nero lucido a 5 doppie razze da 16″.

All’interno la versione S10 a Doppia Cabina include il grande schermo touch da 7” con infotainment e navigatore, cruise control, volante multifunzione, climatizzatore automatico, specchietti regolabili elettricamente, sedili regolabili in altezza, tergicristalli e fari automatici, due prese per la ricarica di device elettronici, proiettori supplementari per visione laterale in curva e molto altro, un livello di comfort davvero inedito per un veicolo commerciale. Le dotazioni di sicurezza sono quelle ormai classiche in ogni veicolo moderno.

Il nuovo motore mHawk turbodiesel eroga 140 cv a 3.750 giri/minuto, con iniezione diretta common-rail Bosch di seconda generazione. La grande coppia di 330 Nm a partire da soli 1.500 g/m fino a 2.800 assicura scatti rapidi e una potenza di traino di tutto rispetto. Di serie il differenziale meccanico posteriore Mld (Mechanical Locking Differential) con bloccaggio automatico al 100%. Le capacità nel fuoristrada sono esaltate dagli ottimi angoli caratteristici: attacco 34° – dosso 18° – uscita 15°. I consumi dichiarati sono di 11 l/100km nel traffico urbano, 7,9 in quello extraurbano e 9 in quello combinato, con emissioni combinate di 239 g/km.

Il nuovo Goa è personalizzabile con diversi optional, tra i quali il paracoppa inox, il Roll-bar in inox satinato, il gancio traino, la vasca di protezione del cassone, l’hard top in vetroresina finestrato e il telo copricassone. Per attività lavorative particolari sono previsti allestimenti specifici come lampeggianti, sirena bitonale, barra polifunzionale, barra luci strobo, torre fari, faro brandeggiabile, piattaforma aerea, campana per tonneggio, immatricolazione come autocarro e a uso speciale. Il suo costo è detraibile al 130%, con la tassa di circolazione ridotta grazie all’immatricolazione N1-Autocarro. La garanzia è di 3 anni o 100.000 km e gode del soccorso stradale gratuito per i primi 3 anni. I prezzi partono da 14.900 euro senza Iva per il modello 4×2 S6, per arrivare ai 21.950 del 4×4 con il ribaltabile trilaterale; per il doppia cabina bisogna aggiungere alcune centinaia di euro, ma in fase di lancio è prevista una promozione di mille euro, come pure per il leasing Fiditalia.

L’abbiamo testato su un percorso misto nella grande riserva naturale a Giussago di Pavia e su attrezzi predisposti dentro una cava e il Goa Plus si è dimostrato sempre all’altezza di ogni situazione. Un mezzo davvero performante e adatto a qualsiasi tipo di impiego. Da testare, per credere.

Claudio Soranzo

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!