Raduno 4X4 in Carnia anche per ripulire la montagna

25 Giugno 2022

AMARO. L’edizione 2022 dell’Eco Raduno Carnia 4×4 (Memorial Titta Concina) ha coinvolto una buona parte del territorio della Carnia, con partenza da Amaro. L’evento è nato per unire lo sport e l’ecologia a bordo di veicoli che si rendono particolarmente necessari nei territori più difficili e impervi. Così a bordo dei proprio 4×4 tutti gli appassionati, oramai da oltre due decenni, raggiungono la Carnia; effettuano un percorso precedentemente tracciato; e oltre ad ammirare la bellezza delle montagne del territorio; le alte conifere; i paesaggi mozzafiato, partecipano alla raccolta ecologica.

Questa raccolta consiste nel fatto che se lungo il percorso si trovano dei rifiuti, saranno caricati, e poi portati alla piazzola ecologica di Tolmezzo. Quest’anno un supporto fondamentale è stato quello della squadra Volontari di Protezione Civile del Comune di Amaro, che con due mezzi messi a disposizione ha trasportato tutto il raccolto dei partecipanti. Il vincitore di questa particolare classifica è stato l’equipaggio di Mattia Genero con un Toyota Hilux, che ha letteralmente trascinato un cingolo.

Il percorso di quest’anno era lungo ben 92 km. La partenza da Amaro, su via Cavazzo fino a Preone passando per Villa Santina e sosta al Caseificio Val Tagliamento di Enemonzo. Un percorso disegnato quasi a forma di “8”, che ha permesso ai 61 partecipanti di vedere luoghi spesso nascosti. Prima della partenza avvenuta dal Ristorante Tan Bon, una nutrita colazione a base dei prodotti della pasticceria De Marchi di Enemonzo, ha messo tutti i partecipanti di buon umore; ma le soste gastronomiche hanno previsto anche altri “pit-stop”, per frico, salsicce, griglia…

Il numero di partecipanti, che inizialmente l’organizzazione aveva stabilito in 50; è salito come detto a 61; data la particolarità della manifestazione, l’interesse è sempre notevole. La provenienza dei partecipanti era mista: dal Nord Italia, dalla Slovenia, dalla Croazia, oltre ovviamente agli equipaggi locali. Non sono mancati i “veterani della manifestazione”, come Renzo Morelli, che con il suo Nissan Patrol ha partecipato a più di metà delle 26 edizioni. Ci sono stati anche equipaggi alla loro prima esperienza in questo tipo di manifestazioni come il veneto Mirko Sanguin con il suo Suzuki Jimny. Tra i partecipanti anche la categoria Quad, che ha visto i fedelissimi Andrea Marizza e Dario Paolo; oltre alla presenza del campione di Rally Christian D’Agnolo, in versione “quaddista”.

I veicoli che hanno colorato il percorso dell’Eco Raduno erano diversi essendo ovviamente la manifestazione aperta a tutti i 4×4. Così si sono visti passare Nissan Patrol, Jeep Wrangler, Cherokee, Defender, Toyota, Mitsubishi, Dacia Duster e persino 2 Panda 4×4. Il numero maggiore, però era rappresentato dalle Suzuki: Jimny ed SJ in particolare. Così grazie alla collaborazione di Osso Auto di Udine è stato realizzato un Trofeo Suzuki. Questo trofeo è stato conquistato da Ivan Kocman, per il secondo anno di fila, grazie al suo Jimny particolarmente preparato.

Sponsor e organizzatori
Il Fuoristrada Club Tolmezzo, organizzatore della manifestazione, ha la fortuna di avere “on board” un team davvero affiatato, che nel corso degli anni si è consolidato sempre di più. Un team che ha saputo crescere professionalmente e anche con le nuove generazioni, che piano piano si stanno appassionando a questa particolare attività. Ed è proprio grazie al lavoro di tutte queste persone che la manifestazione ogni anno riscuote un notevole successo.

Così come la disponibilità degli Sponsor, che sono sempre presenti, anno dopo anno: Goccia di Carnia di Forni Avoltri, Caseificio Val Tagliamento di Enemonzo, Pasticceria De Marchi di Enemonzo, BF Goodrich, Euro4x4Parts, Ma.Fra prodotti per auto, Hit Casinos, Red Bull, Movieland Verona. Un notevole sostegno è venuto anche dalle autorità che hanno concesso il Patrocinio alla manifestazione come i Comuni e la Regione Fvg.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!