Mercedes-Benz CLK

6 Gennaio 2013

TREVISO. La Mercedes-Benz GLK, una vera icona tra i Suv adatti anche all’off-road, è cambiata in occasione del “refresh” a metà vita. Non soltanto una rinfrescata al design, ma anche sistemi di assistenza alla guida, motori migliorati ed equipaggiamenti ancora più ricchi. La versione presentata verso la fine del 2008 (vendute in Italia 15 mila unità, 270 mila nel mondo) si è ora arricchita di soluzioni acquisite dalla Casa di Stoccarda in questi anni. Per l’Italia sono disponibili due allestimenti (Sport e Premium) e diversi motori, con prezzi variabili da 35.730 a 58.550 euro.

Muoversi tranquilli anche nell’off-road

La linea esterna, più dinamica di prima ma comunque insolita se si osservano i modelli concorrenti, mette assieme le classiche soluzioni dei fuoristrada al linguaggio formale degli attuali modelli Mercedes, perché non bisognava perdere di vista il fatto che la GLK deve potersi muovere su percorsi accidentati senza subire danni e consentire al pilota una buona visibilità tutto intorno. Ridisegnata, la plancia è caratterizzata per tutta la larghezza da un’ampia modanatura, in alluminio o in legno. L’aspetto piuttosto retrò è completato dalle grandi bocchette circolari. Ridisegnati anche volante e sedili. Una vettura così, oltre che sull’asfalto (dove si è comportata in modo soddisfacente), avrebbe avuto “diritto” di un tracciato anche un po’ aspro per verificarne la guidabilità nell’off-road. Ci siamo dovuti accontentare di qualche tratto sterrato, nelle campagne intorno a Roncade, lungo il fiume Sile. Si va tranquilli, ovviamente. L’unico pericolo è quello di lasciarsi prendere un po’ la mano, vista la potenza dei motori, la pronta risposta dello sterzo e l’ottimo lavoro delle sospensioni.

Motori più efficienti tagliando i consumi

Qualche flash sui motori a seconda della versione di GLK. Sulla 250 4Matic (cioè trazione integrale permanente) troviamo un diesel BlueTec a quattro cilindri con una potenza di 150 kW (204 cv) e una coppia di 500 Nm, che consuma in media 6,1 – 6,5 litri di gasolio ogni 100 chilometri. Ancora più parsimoniosi sono i due modelli a trazione posteriore 200 Cdi e 220 Cdi, entrambi della famiglia BlueEfficiency, con cambio manuale a sei marce: 5,5 – 5,6. Consumi tagliati anche per il più potente. La GLK 350 Cdi 4Matic, nonostante l’incremento di potenza di 25 kW (34 cv), consuma il 17% in meno (6,9 – 7). L’equivalente 350 a benzina monta un motore a V di nuova generazione con tecnologia BlueDirect.

Sport o Premium? Non c’è solo il prezzo

Vediamo ora la “filosofia” alla base delle due versioni disponibili. La Sport rappresenta la porta di accesso alla gamma GLK e si caratterizza per un allestimento completo e dinamico e un prezzo di listino competitivo, che parte, nella motorizzazione 200 Cdi BlueEfficiency a trazione posteriore, da 35.730 euro. La caratterizzano terminali cromati, roof rails in alluminio lucidato a specchio, la mascherina del radiatore a due lamelle cromate, cerchi in lega da 19” a triple razze e spoiler posteriore. Di serie la climatizzazione automatica. Il design della Premium è curato da Amg. E si vede. Dallo spoiler anteriore alle luci diurne, ai cerchi in lega a 5 razze. Nell’insieme, insomma, un look più aggressivo. Tra le dotazioni di serie Mirror Pack e ParkAssist con Parktronic, nonché il sistema di navigazione Becker con visualizzazione 3D.

Più sicurezza grazie all’elettronica

Molta dell’elettronica aggiunta nella nuova GLK è destinata a garantire livelli di sicurezza più elevati. Ecco allora il controllo dell’assetto Agility Control con sistema di sospensioni selettive, l’Electronic Stability Program con stabilizzazione del rimorchio, la segnalazione di riduzione pressione pneumatici, l’Attention Assist (di serie per le motorizzazioni 4Matic) e altro ancora. Tra gli equipaggiamenti a richiesta figura il sistema di protezione preventiva degli occupanti Pre-Safe, ma la dotazione può essere completata da altri sistemi di assistenza alla guida parzialmente attivi, come il Park Assist con funzione di parcheggio automatica già di serie per Premium. Per manovre con scarsa visibilità è disponibile una telecamera per la retromarcia assistita con linee di riferimento oppure – una novità per Mercedes-Benz – una telecamera a 360°. Ulteriori dispositivi sono disponibili a richiesta singolarmente o in speciali pacchetti. Il Plus, a esempio, comprende il Distronic Plus con Bas Plus, il sistema frenante Pre-Safe, il sistema antisbandamento attivo e il Blind Spot Assist attivo. Non poteva mancare il Pacchetto Offroad, disponibile a richiesta per Sport, abbinato all’Intelligent Light System, comprendente le luci Offroad per la marcia sui terreni impervi.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!