Le Roadster di Mercedes Benz

7 Maggio 2012

“Eh però, la Mercedes è un’altra cosa”. Se fate paragoni di macchine con qualcuno, il più delle volte verrà fuori anche questa considerazione. Perché, appunto, la Casa della stella ha una collocazione precisa nell’immaginario collettivo: lusso, comfort, durata, stile che non invecchia e molto altro ancora. Anche se i tempi cambiano e sul mercato ci sono altre proposte che assomigliano, questi valori non si appannano facilmente. Forse qualcuno non sarà d’accordo (a parte le Case concorrenti, naturalmente). Allora restringiamo il campo e limitiamoci alle sportive pure, cioè alle roadster. In questo settore è difficile negare che da quando la Mercedes-Benz le realizza (inizio anni 50) sono sempre state delle icone: una edizione dopo l’altra, hanno acquisito sempre maggiore esclusività. Spesso acquistate da noti personaggi del mondo dello spettacolo, della moda etc., hanno saputo coniugare questo aspetto mondano con la presentazione in anteprima di importanti innovazioni tecnologiche. Così è anche per la generazione più recente, che comprende tre sigle mitiche: SLS, SL e SLK. Il range dei prezzi è ampio: da 40 mila a 244.450 euro. Le nuove versioni sono state al centro di presentazione alla stampa vicino Roma.

La SLS firmata da AMG

Per chi ama la “guida a cielo aperto”, la SLS è perfetta. Inoltre è la seconda roadster firmata interamente AMG. L’aspetto forse più sorprendente sono le proporzioni: cofano motore lungo, sezione superiore molto arretrata e coda corta. A questo si aggiungono l’alettone a estrazione automatica, il passo lungo, l’ampia carreggiata e gli sbalzi ridotti. I paralleli stilistici con la 300 SL Roadster degli anni Cinquanta si riscontrano nell’ampia mascherina del radiatore con la grande Stella Mercedes e nelle feritoie laterali suddivise da alette, ma anche nelle alette su cofano motore e fiancate.

SL perde il peso e taglia i consumi

La SL è stata completamente rinnovata, pur continuando una tradizione iniziata ben sessant’anni fa. Da allora la sigla SL sta a indicare la simbiosi tra sportività, stile e comfort oltre a rivoluzionarie innovazioni. Costruita per la prima volta quasi interamente in alluminio, la nuova SL pesa fino a 140 chilogrammi in meno rispetto alle precedenti edizioni. L’elevata resistenza della scocca, interamente in alluminio, crea i migliori presupposti per un comportamento agile e decisamente più sportivo. C’è anche una notevole riduzione dei consumi (quasi il 30%) con l’impiego dei nuovi motori BlueDirect, che sono più potenti. Un’interessante particolarità è data dall’utilizzo dei longheroni scatolati come casse per i bassi dell’impianto audio. Il risultato è una maggiore efficienza sonora e più spazio per gli airbag.

La SLK resta il punto di riferimento

La terza generazione SLK, proponendo un equilibrio perfetto tra design sportivo, eco-compatibilità, agilità, comfort nell’utilizzo quotidiano ed eleganza, vuol continuare a essere il roadster più venduto al mondo (in Italia circa 2.600 all’anno). La nuova edizione è inoltre il primo modello al mondo a proporre il tetto rigido ripiegabile Panorama con il Magic Sky Control, il cui livello di trasparenza può essere regolato semplicemente attraverso un pulsante. I motori a 4, 6 e 8 cilindri, con funzione Eco start/stop di serie, garantiscono elevati livelli di efficienza e un temperamento decisamente sportivo. Quindi brillanti prestazioni e consumi ridotti rispetto al precedente modello (fino al 25% in meno). Per la prima volta la SLK è disponibile anche con una motorizzazione diesel. La nuova 250 Cdi BlueEfficiency è un 2.2 litri spinto da un doppio turbo in grado di erogare 204 cv. Consumi contenuti: fino a 4,9 l/100 km nel ciclo combinato. C’è anche la 55 AMG, la SLK più potente di tutti i tempi. Il suo nuovo V8 AMG da 5,5 litri con sistema di esclusione automatica dei cilindri, coniuga massime prestazioni con consumi minimi. Con una potenza massima di 310 kW (421 cv) e una coppia massima di 540 N, con emissioni di CO2 di 195 g/km si attestano intorno al 30% in meno rispetto a quelli del modello precedente.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!