Mobilità sempre più “verde”

28 Settembre 2011

Il sindaco di Firenze

Un conto è dichiararsi un Comune attento alla mobilità, specialmente eco-sostenibile, un altro vedere il Sindaco di Firenze Matteo Renzi salire a bordo di una vettura a emissioni zero (nell’occasione l’elettrica Nissan Leaf) e percorrere qualche centinaio di metri per constatare le caratteristiche “verdi” e le prestazioni del veicolo. È solo uno degli ingredienti della prima tappa del Road Show “VIVA L’AUTO… a basse emissioni!”, che si è svolta a Firenze, dapprima nella Sala delle Miniature di Palazzo Vecchio, quindi nell’area test drive allestita in Largo Annigoni.

La giornata di confronto sulla mobilità che cambia ed è sempre più green, alla quale sono stati invitati i rappresentanti dei comuni limitrofi al capoluogo toscano con più di 10.000 abitanti, è iniziata con il saluto di Simone Tani, in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale. “L’elettrico – ha affermato il Dirigente del comune di Firenze – è un settore che da artigianale si è fatto commerciale. Comporta una trasformazione di vita, nel modo di concepire ed utilizzare la città”. La parola è quindi passata a Pier Luigi Del Viscovo, Direttore del Centro Studi Fleet&Mobility, che ha illustrato i risultati della ricerca “Il car sharing esiste. E si chiama taxi”. Una riflessione sulla situazione favorevole derivabile dalla combinazione dei vantaggi legati all’uso di una vettura di proprietà (libertà di movimento e costi contenuti) con quelli di un mezzo, il taxi appunto, che parte svantaggiato sul piano economico, ma che in compenso esula da problemi quale il divieto di accesso alle ZTL e la ricerca di un parcheggio.

I veicoli ecologici disponibili per le prove

Si è quindi entrati nel vivo del talk show “Costruiamo insieme la nuova mobilità nei centri urbani”, moderato, dalla giornalista Marina Terpolilli, Consigliere della UIGA (Unione Italiana Giornalisti Automotive), promotrice dell’evento. Le Case automobilistiche coinvolte che hanno aderito all’iniziativa (Nissan, Renault, Citroën, i cui modelli Leaf, Fluence e C-Zero erano esposti e a disposizione del pubblico in Piazza Annigoni), per bocca rispettivamente dei Direttori della Comunicazione Giuseppe George Alesci e Andrea Baracco, e del Direttore Vendite Business Guido Montanari, si sono addentrate sul tema delle zero emissioni.

Tra i partner dell’evento anche Arval, società leader nel settore dell’autonoleggio a lungo termine, del Gruppo BNP Paribas, particolarmente sensibile al tema della mobilità sostenibile. “Il 25% del costo di mantenimento di un’auto è dato dal carburante – ha sottolineato Andrea Solari, Vice Direttore Generale e Direttore Relazioni Strategiche Internazionali di Arval -. Due terzi delle aziende italiane hanno perciò deciso di inserire il prodotto elettrico nelle loro car policy. In Italia, comunque, esiste un altro settore che attrae attenzione, quello del diesel ibrido, per il quale, secondo i dati emersi dal Barometro 2011 del nostro Corporate Vehicle Observatory, ha mostrato interesse il 33% delle realtà monitorate”.

A rappresentare proprio il settore dei fornitori di “materia prima”, ha presenziato SORGENIA che, attraverso il suo Managing Director Development, Paolo Paoletti, ha ricordato come l’elettricità sia un bene immediatamente disponibile. “Si presta inoltre – ha osservato – ad una serie interessante di declinazioni, dalla stazione di ricarica alimentata da pannelli fotovoltaici, alla possibilità di un rabbocco di kW in forma induttiva, ovvero solo posizionando la vettura su un apposito supporto”.

Archiviata la tappa fiorentina, “VIVA L’AUTO…a basse emissioni!” raggiungerà dal 14 al 16 ottobre Piazza Vittorio a Torino. Nella tre giorni dedicata alla mobilità sostenibile, alla presenza delle massime istituzioni e della stampa nazionale, sarà anche assegnato il prestigioso Premio UIGA “Auto Europa 2012”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!