Hills Race ha entusiasmato

16 Settembre 2013

PAVIA. Un fine settimana che ha regalato grandi emozioni a tutti gli appassionati di motori, addetti al settore e pubblico di ogni età in cerca di uno spettacolo davvero unico. Si tratta di Hills Race 2013, la gara d’accelerazione che ha “infiammato” migliaia di visitatori. L’appuntamento con il drag racing italiano, 10ma edizione, è andato in scena a Rivanazzano Terme, lungo il rettilineo dell’ormai celebre Rivanazzano Dragway. La formula, rodata da dieci anni di edizioni, ha raccolto anche quest’anno grandi consensi: sulla pit lane esclusivamente macchine americane e Volkswagen raffreddate ad aria, impegnate in lanci sulla lunghezza del 1⁄4 di miglio. Una competizione che il pubblico ha potuto vivere dall’inizio alla fine perché i 402,25 metri sono tutti lì, dagli spalti si può vivere ogni secondo della gara. Ma non è tutto. Hills Race è anche evento grazie ad una cornice di attività ed intrattenimenti da far invidia ai migliori appuntamenti internazionali. Tra questi, presenza di moto Harley-Davidson e possibilità di provare alcuni modelli della gamma a cura di Harley-Davidson Savona. Show in pista con l’esibizione di 2 junior dragster e i “rail” Super Comp Pro ET (da 13.500 cc) di Sébastien Lajoux del Toxic Drag Team e di Patrick Dubois della Custom Gang Drag Team (da 11.500 cc), entrambi arrivati dalla Francia. Inoltre vendors di differenti generi come abbigliamento vintage e oggetti americani, parti di ricambio per auto e moto, arte custom e curiosità. Il sabato sera show notturno di dragster e musica live di contorno alle emozioni.

Hills Race è nel tempo cresciuto e quest’anno gli spettacoli e i servizi offerti al pubblico sono stati ancora più significativi. I numeri parlano da soli. Grande partecipazione di piloti, 10° edizione da record, con 85 vetture registrate in gara tra cui importante presenza di team francesi, svizzeri e tedeschi. Degna di nota anche la quantità di donne iscritte, sempre più numerose ed agguerrite. Altrettanto determinante il risultato registrato nei lanci liberi ovvero possibilità di provare con propria vettura l’emozione della pista. Ben 32 appassionati hanno risposto all’appello. In totale, più di 117 vetture sulla pit lane. Diverse centinaia le macchine che hanno colorato il paddock tra hot rod, muscle car di ultima generazione, allegri Maggioloni, bus e van. Anche il pubblico, con oltre 6.000 accessi, ha riconfermato l’affetto per questo appuntamento e per gli organizzatori AMP, American Motors Pavia, che ancora una volta hanno dimostrato quanto la passione e lo spirito di squadra possano fare la differenza.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!