Gara di regolarità per auto storiche a Gorizia

5 Maggio 2018

GORIZIA. Interessante appuntamento per gli amanti delle 4 ruote in questo fine settimana con la “Coppa della Leggendaria Contea di Gorizia”, evento sportivo dedicato alle auto storiche e moderne, a cura dell’Automobile Club Gorizia. Al via la seconda edizione di una gara di regolarità dove vince chi riesce a stabilire la media esatta sul tracciato. Una competizione che impegnerà non poco gli equipaggi attesi a Gorizia, dove la competizione parte e arriva. Il programma prevede due tappe: la prima sabato 5 e la seconda domenica 6 maggio.

Oggi si percorreranno 244,5 km lungo un percorso che porterà i partecipanti attraverso il Collio goriziano e sloveno, passando per il Carso fino a Capodistria. Domani la carovana resterà in Italia, con destinazione la zona dei Colli orientali del Friuli, per complessivi 146,5 km. La gara goriziana si avvicina ai gloriosi rally del passato, innovativa sotto il profilo dei rilevamenti cronometrici con il classico rilevamento “manuale” sostituito dal più evoluto sistema a “trasponder”. L’abilità di guida e l’affiatamento dell’equipaggio diventano perciò gli elementi primari per una buona condotta di gara, attraverso 6 controlli orari, 15 prove di media, 45 rilevamenti e un controllo timbro con medie imposte tra i 35 e i 45 km orari. La segretezza dei punti di controllo renderanno la competizione molto “aperta”, anziché ridursi al momento di grande abilità quando si transita sui pressostati.

L’Automobile Club Gorizia continua così l’iniziativa creata lo scorso anno, grazie all’idea di Marco Rodda e Corrado Ughetti, per collocarsi definitivamente nel fitto programma di eventi motoristici della regione, con una madrina prestigiosa come la signora Ariella Mannucci che aggiungerà valore, fascino e storicità all’intera gara. Dopo l’arrivo della prima tappa stasera, con il primo concorrente sulla pedana alle 18.30, ci sarà alle 20.30 l’elezione di Miss Leggendaria, a cura dell’agenzia Bker di Nova Gorica.

C.S.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!