Gestione digitale di Bca e si svuotano i piazzali dell’usato

13 Aprile 2017

E’ un’immagine che spesso all’automobilista comune sfugge, ma non ai concessionari: i piazzali spesso strapieni di vetture che se ne stanno lì… a prendere il sole, in attesa di un compratore. Tutto questo potrebbe appartenere al passato se anche in Italia i dealers ricorressero alla gestione “full digital” dell’usato. In pratica svuotare i depositi, trasformando la trattativa e la vendita in in un processo da gestire in modo virtuale. E’ questa la mission di BCA, che leader in Europa nel remarketing di automobili e veicoli commerciali usati, che è pure presente in Italia – con sede centrale a Lodi – per offrire la sua gamma completa di servizi per Dealer, Trader, Grandi Clienti e Case Automobilistiche.

BCA Marketplace, la prima società di aste automobilistiche d’Europa, è stata fondata nel 1946 ed è quotata alla Borsa di Londra. Nel 2016, il Gruppo BCA ha fatturato oltre 1.3 miliardi di euro e gestito la vendita di oltre 1.100.000 veicoli usati. E’ presente in 13 Paesi europei (Italia, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Olanda, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria), e da più di quindici anni opera via web con aste digitali riservate agli operatori professionali. BCA fa incontrare domanda e offerta attraverso il meccanismo dell’asta, uno degli strumenti commerciali più antichi ed efficienti del mondo. L’asta è uno straordinario sistema per velocizzare le trattative nella più assoluta trasparenza, soprattutto nei casi – come l’usato – dove è vitale ridurre al minimo i tempi di immobilizzo del prodotto.

Le aste BCA Italia sono riservate agli operatori professionali dell’auto, e offrono velocità, sicurezza dei dati e tutela degli acquirenti, secondo un modello di business digitale affermato in tutta Europa. Il meccanismo dell’asta (interamente gestito da BCA), è aperto e trasparente, fornisce via web informazioni complete sul prodotto in vendita, e ha regole semplici, chiare e valide per tutti. BCA Italia gestisce ogni anno oltre 1.300 aste, di cui il 90% digitali (vengono venduti via web 4 veicoli su 5). Il tempo di rotazione di un veicolo messo all’asta è (nel 90% dei casi) di circa una settimana. Chi vende ha accesso a un mercato potenziale di oltre 7.000 acquirenti professionali registrati in Italia e all’estero, e chi compra ha la scelta fra più di 5.000 veicoli sempre disponibili online.

Nel dettaglio, ecco come funziona MarketPrice, un servizio appositamente pensato per i Dealer, che permette di formulare, in pochi minuti, un’offerta in linea con i valori reali del mercato per l’usato che il Cliente dà in permuta. Attraverso un applicativo creato per i concessionari che aderiscono al programma MarketPrice, i venditori hanno la possibilità di ispezionare lo stato d’uso di una vettura o di un veicolo professionale seguendo una procedura precisa, e registrando in tempo reale tutti i dati necessari, comprese le immagini del mezzo e il dettaglio di eventuali danni o difetti. Allegando questa documentazione, il venditore richiede via web la stima del valore di permuta a BCA Italia. La valutazione viene fornita in meno di 15 minuti da un team di esperti BCA, ed è basata su prezzi reali di mercato continuamente aggiornati. Il servizio è riservato ai Concessionari partner, ed è gratuito. BCA Italia è poi incaricata del remarketing del veicolo, che avviene attraverso asta (via web, o fisicamente nella sede di Lodi). Il Dealer ha la possibilità di avviare e seguire l’intero processo sul sito BCA Italia, lasciando a BCA tutto lo sviluppo degli aspetti logistici e di back-office (prelievo e stock veicolo, preparazione, asta, gestione documentale e consegna all’acquirente).

Condividi questo articolo!