Design, lusso e prestazioni: si è rinnovata così la Bmw X6

1 Dicembre 2014

DSCN5916PISTOIA. Sarà lanciata il giorno di San Nicolò, il 6 dicembre, la seconda generazione della Bmw X6, la Sport Activity Coupé (SAC) basata sulla X5 (SAV) del 2013. Pochi giorni ancora quindi prima di poter ammirare sulle nostre strade la 4×4 tedesca, una vettura davvero molto performante che Friulionline è stata invitata a provare in terra toscana, da Barberino di Mugello al Dynamo Camp di San Marcello Pistoiese. Dopo il debutto nel 2008, acquistata da ben 260 mila automobilisti nel mondo – con l’Italia quarto mercato europeo con 15.600 unità – la X6 ritorna rinnovata fondando il suo appeal su tre colonne portanti: Design, Luxury e Performance. Un trittico di valori amato da tanti automobilisti, che mettono la vettura di Monaco di Baviera (ma costruita a Spartanburg, in South Carolina) fra i loro primi desideri in fatto di mobilità, dopo che nel 1999 la X5 iniziò la rivoluzione nel segmento, offrendo un’elevata vocazione stradale, declinata poi dalla X6 con la coupé di marcata tendenza sportiva.

Grazie a un’immagine ancora più affilata e performance eccellenti, la nuova Bmw X6 rafforza la propria posizione come precursore del piacere di guida più esclusivo. La seconda generazione della Sports Activity Coupé assume una posizione speciale nell’ambito della gamma di modelli Bmw della Serie X, dovuta – come su accennato – all’appeal irresistibile, alle sue notevoli caratteristiche di performance e al suo lusso innovativo. Il suo design estroverso abbina la versatilità robusta di un modello della Serie X alla tipica eleganza sportiva dei modelli coupé del marchio.

DSCN5917Nell’abitacolo, l’ampio comfort è stato combinato con le caratteristiche di sportività e all’ambiente di lusso tipici della Casa bavarese. Non stupisce dunque che l’equipaggiamento di serie sia veramente al top, con pacchetti di design e di equipaggiamenti che consentono di accentuarne ulteriormente lo stile esclusivo. Ricercati e pregiati tocchi di stile – sia al look esterno che agli interni – sono rappresentati dal Design Pure Extravagance. Per intensificare poi, a prima vista, l’aria di dinamismo è a disposizione il pacchetto M Sport. Al lancio sul mercato saranno offerti inoltre degli equipaggiamenti di Bmw Individual, sviluppati appositamente per il nuovo modello. Esclusiva la dotazione di serie, ampliata rispetto al modello precedente, ed esclusiva. Include i proiettori bixeno, cerchi in lega da 19”, comando automatico del cofano posteriore e cambio sportivo Steptronic a 8 rapporti, con paddles al volante; inoltre allestimento in pelle, climatizzatore automatico bi-zona, specchietto retrovisore interno autoanabbagliante e pacchetto di sicurezza Driving Assistant. Un aumento della funzionalità lo offre lo schienale del divanetto posteriore a 3 posti, divisibile e ribaltabile nel rapporto 40-20-40, che consente di ampliare il volume del bagagliaio da 580 a 1.525 litri (+75 rispetto al modello precedente).

DSCN5929Per quanto riguarda i motori, la gamma disponibile al lancio è composta da un propulsore V8 da 450 Cv dell’ultima generazione, montato nella xDrive50i, da un motore diesel 6 cilindri in linea da 258 Cv nella xDrive 30d e da un ulteriore propulsore a gasolio, a 6 cilindri in linea, con 3 turbocompressori e una potenza di 381 Cv che alimenta l’X6 M50d. La tecnologia Bmw TwinPower Turbo, il cambio sportivo di serie Steptronic a 8 rapporti, ampi interventi della tecnologia EfficientDynamics, l’ottimizzazione dei pesi e il miglioramento delle caratteristiche di aerodinamica, provvedono a combinare prestazioni di guida sensibilmente superiori, con un consumo di carburante nel ciclo combinato ridotto fino al 22%. Nella primavera del 2015 la gamma sarà completata dall’xDrive40d da 313 Cv. La trazione integrale intelligente di serie ottimizza permanentemente la trazione, la stabilità di guida e la dinamica in curva. A richiesta, è completabile con i pacchetti di assetto adattivo con Dynamic Performance Control, che ne potenzia ulteriormente la dinamica di guida, creando ulteriore sportività e comfort su misura, quest’ultimo grazie agli ammortizzatori pneumatici dell’asse posteriore. Il Bmw ConnectedDrive include in parte sistemi di assistenza del guidatore e servizi di mobilità unici sul mercato. Come optional vengono offerti l’assistente di guida autostradale in colonna, i sistemi Surround View e Night Vision. La chiamata di soccorso intelligente fa pure parte dell’equipaggiamento di serie.

DSCN5926Nel percorso di prova di quasi 250 km la nuova X6 ci ha dato grandi soddisfazioni, con tutta la cavalleria sempre pronta all’attacco, per allunghi e sorpassi importanti, come pure un handling da pista nel superare l’infinità di curve e controcurve riscontrabili in continuazione sulle colline toscane. Un cambio automatico con le palette dietro al volante ha consentito di ottimizzare qualsiasi situazione di marcia, in modo davvero eccellente. In autostrada poi è incomparabile, da tenere spesso a freno per non incorrere negli strali dei numerosissimi autovelox e tutor trovati sul percorso. L’impianto frenante poi è davvero micidiale, sperimentato alla grande quando un camioncino ci ha tagliato la strada dietro una curva.

Per la nostra prova abbiamo utilizzato dapprima il modello 30d e al ritorno il più performante M50d. I prezzi vanno da 70.890 euro a 103.750, mentre quello che verrà più venduto in Italia, l’M50i, costa 91.650.

Claudio Soranzo

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!