Da Gorizia gli interni di Camaro e Volt

7 Marzo 2012

L’azienda Miko di Gorizia, che partecipa in questi giorni al Salone di Ginevra con le maggiori case automobilistiche del mondo, raggiunge due importanti traguardi nel campo dell’automotive, con gli interni della nuova Chevrolet Camaro di 6.000 autovetture realizzati in Dinamica Auto, microfibra al 100% ecologica derivata da bottiglie di Pet, e di 5.000 unità per la Chevrolet Volt di General Motors, per un totale di 540.000 bottiglie di plastica.

La Camaro, una sportiva americana per eccellenza e icona di stile dell’industria automobilistica, è sbarcata alla conquista dell’Europa con la forza di un vero e proprio cult per gli appassionati delle quattro ruote e con quasi 4,8 milioni di auto prodotte negli USA tra il 1967 e il 2002. L’auto è stata presentata all’ultimo Salone di Detroit con interni firmati da Miko, che nel 2012 fornirà per questo modello 12.000 metri lineari di tessuto, per un turnover di quasi 300.000 euro. Per la Chevrolet Volt, auto dell’Anno in Nord America nel 2011, che sarà presentata con interni Dinamica Auto al Salone dell’Auto di New York il prossimo aprile, Miko fornirà quest’anno 15.000 metri di tessuto, per un turnover di quasi 400.000 euro. La Volt è la nuova autovettura elettrica di GM. Non la classica ibrida, né una semplice auto elettrica a batteria, ma la pionieristica auto elettrica ad autonomia estesa (o E-REV). Alimentata elettricamente al 100%, la Volt continua a viaggiare anche quando la batteria agli ioni di litio si scarica, sostenuta dal suo generatore ausiliario a benzina, che estende l’autonomia della carica a oltre 500 km.

Benedetta Terraneo

“Miko ha iniziato a lavorare nel settore dell’aftermarket per la nota azienda di sedili per auto Recaro – commenta Benedetta Terraneo, marketing manager -, ma ha compreso subito che per sfondare nel mercato dell’automotive doveva produrre un materiale dalle caratteristiche imbattibili. Così, dopo anni di ricerca – continua – nel 2004 è nata Dinamica Auto e nello stesso anno la compagnia statunitense General Motors l’ha utilizzata per la nuova Malibù GMX380. Questi sono stati per Miko i primi passi verso un mercato in costante crescita”. Dal 2004 a oggi Dinamica Auto è infatti stata scelta per una cinquantina di vetture senza contare tutto il lavoro svolto nell’aftermarket. Al Salone dell’auto di Francoforte 2011, ben 16 veicoli esposti erano “vestiti” con Dinamica Auto. I numeri di Miko parlano chiaro: nel 2010 sono stati venduti 190.000 metri (Europa e USA) per un fatturato complessivo di 4.730.000, mentre nel 2011 l’anno si è chiuso con 293.000 metri (Europa e USA) e un fatturato 7.682.000. Nel 2010 il mercato trainante è stato quello americano con 80.000 metri, mentre nel 2011 la Germania si è affermata al primo posto con 107.000 metri. Le previsioni per il 2012 continuano a essere in crescita in Europa con la Germania sempre al 1° posto grazie a clienti come Mercedes, Opel, Ford, BMW e Volkswagen. Nel 2012 si prospetta la produzione di quasi 380.000 metri con un incremento del fatturato del 40%. “Questi numeri – commenta Benedetta Terranno – sono il risultato di un duro lavoro e premiano Miko per aver intrapreso, prima tra tutti i suoi competitor dell’interior motive, la strada dell’eco-sostenibilità”.

E proprio mentre la Ford, alla vigilia del Salone di Detroit, ha annunciato lo scorso 7 gennaio in un’intervista a USA Today che uno dei pilastri del futuro del gigante automobilistico sarà lo sviluppo almeno del 25% di tecnologie pulite per interni ecologici, Miko rappresenterà l’Italia fra le eccellenze imprenditoriali di tutta Europa al premio European Business Awards for the Environment (EBAE) in programma a Bruxelles il prossimo maggio. Istituito nel 1987 dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea, il premio individua le imprese che hanno ottenuto i successi più brillanti nel contribuire allo sviluppo economico sostenibile. Miko è entrata di diritto tra le nomination per aver vinto nel 2011 il Premio Impresa Ambiente, e proprio con Dinamica sarà in gara nella categoria “migliore prodotto” al più rinomato riconoscimento assegnato alle aziende distintesi in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!