Convegno a Udine sul reato di “omicidio stradale”

5 Marzo 2015

UDINE. Si parlerà del reato di omicidio stradale domani mattina (6 marzo) a Udine nell’auditorium della Regione in un convegno promosso dall’Autoclub Nazionale delle Forze di Polizia. L’obiettivo è quello di approfondire un problema molto sentito dall’opinione pubblica, collegato alla pirateria della strada e agli incidenti causati da persone alla guida di mezzi sotto l’effetto di stupefacenti o in abuso di bevande alcoliche, con l’ipotesi del riconoscimento legislativo del reato di omicidio stradale.

Il Pullman azzurro della Polizia

Il Pullman azzurro della Polizia

Il convegno aperto a tutti comprende una serie di interventi qualificati, atti a fornire un quadro della situazione normativa esistente e degli effetti che la proposta di legge potrebbe introdurre in Italia, anche per chi sarebbe chiamato a riscontrare la sussistenza del reato e a giudicare i presunti colpevoli. Gli interventi saranno aperti da Antonella Manzione, Capo dipartimento per gli Affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei ministri, che farà il punto sul contesto nel quale tale normativa verrebbe applicata, congegnata per rispondere a un’esigenza che riaffiora dalla pubblica opinione in occasione di eventi stradali particolarmente drammatici.

Altri interventi consentiranno di inquadrare la proposta di legge nel contesto normativo e giudiziario nazionale, di evidenziare le difficoltà a comporre l’impianto accusatorio, i risvolti giuridici e tecnici connessi alla proposta di legge, i primi tentativi di applicazione dell’istituto del dolo eventuale, l’omicidio colposo commesso alla guida e sotto l’effetto di alcol e sostanze stupefacenti, l’individuazione di una figura di reato specifica. Altri temi trattati saranno i riflessi dell’omicidio stradale tra istanze repressive e i principi costituzionali in materia penale, l’assistenza psicologica alle vittime della strada, la casistica degli incidenti della strada causati da persone che hanno fatto uso di stupefacenti o abusato di alcol. A parlarne saranno Arrigo De Pauli, già Presidente del Tribunale di Trieste; Rosi Toffano, penalista del Foro di Udine; Enrico Amati, docente di Lineamenti del diritto penale e commerciale all’Università di Udine; Sandro Vedovi, responsabile dell’area progetti della Fondazione ANIA per la sicurezza stradale; Giordano Biserni, dell’ASAPS, Associazione sostenitori amici polizia stradale e Sergio Bedessi, Comandante della Polizia di Udine.

Nell’occasione saranno esposti mezzi e strumenti di controllo della Questura di Udine, della Polizia Stradale, dell’Arma dei Carabinieri, del Corpo della Guardia di Finanza, della Polizia locale. Sarà presente pure il Pullman azzurro della Polstrada, allestito per il progetto di educazione stradale Icaro, che potrà essere visitato dalle scolaresche. Il Convegno è patrocinato dalla Regione, dalla Provincia di Udine, dal Comune di Udine, dall’Università di Udine, dall’Automobile Club di Udine, dall’Associazione sostenitori amici Polizia stradale (ASAPS) e da Autovie Venete.

C.S.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!