Cividale-Castelmonte: è un friulano (Venica) sul podio

12 Ottobre 2014

Podio moderne1CIVIDALE. E’ Giorgio Venica, pilota friulano, il vincitore della 37^ Cividale – Castelmonte. Il forte driver di Dolegna del Collio con la sua Lola B99/50 ha fatto fermare il cronometro a 6:38.31, frutto di due salite guidate con precisione e regolarità (1a manche 3:18.88 ; 2a manche 3:19.43). Venica precede nell’ordine Federico Liber (Gloria), vincitore nel 2013, secondo in 6:38.58 (a soli 27 centesimi), ed Enrico Zandonà (Reynard 883-026), classificatosi terzo in 6:40.25. Ai margini del podio si piazzano il trentino Diego De Gasperi su Radical Prosport (6:53.87) e Franco Bertò (F.Renault Monza) in 7:08.15. Quinto posto per l’austriaco Andreas Marko (7:09.26 su Audi A4), che stacca di poco più di un secondo il connazionale Hermann Waldy (Tatuus F. Master) il quale chiude con un crono di 7:10.88. Chiudono l’elenco dei primi dieci classificati tra le auto moderne il fagagnese Gianni Di Fant, ottavo su Porsche 997 GT3 (7:13.10), Alessandro Tinaburri su Gloria (7:13.36) e Stefano Falcetta su Norma M20 Evo (7:17.82).

Tra le auto storiche si aggiudica il gradino più alto del podio Franco Cremonesi (Osella Pa 9/90) in 7:35.42, precedendo Massimo Guerra (7:36.54) su Ford Capri RS di solo un secondo (1.12). Terzo Francesco Turatello su Surtees TS15/A in 7:45.50. Ai piedi del podio Rino Muradore sulla sua fidata Ford Escort Rs, rimasto terzo a lungo prima del sorpasso finale di Turatello. Muradore chiude in 7:47.27.

Nel gruppo E3, auto di scaduta omologazione, affermazione per Federico Borrett (BMW M3), con un tempo di 8:01.89, che precede Marco Bertolutti (Renault Clio Williams), salito in 8:01.93 ed autore di una grandissima prestazione (secondo a soli 4 millesimi da Borrett). Terzo gradino del podio per Marco Naibo (BMW M3) che chiude a 31 centesimi di secondo da Bertolutti (8:02.20).

Venica

Venica

La cronoscalata, illuminata per tutta la giornata dal sole autunnale, non è stata caratterizzata da molte interruzioni e le salite si sono alternate con ritmo regolare, permettendo di chiudere la gara entro le 16. Ottimo il lavoro della Scuderia Red White e di tutti i volontari che le gravitano attorno, la cronoscalata ha vissuto il suo momento finale sul piazzale del Santuario di Castelmonte, dove ai piloti vittoriosi è stata consegnato il meritato trofeo, tra gli applausi e le consuete bottiglie di spumante. Ottimo l’afflusso di pubblico sul percorso e il riscontro di chi ha seguito la diretta della gara sulla fan page della Scuderia Red White (www.facebook.com/cividalecastelmontehillclimb) e sul sito www.scuderiaredwhite.com (sul quale sono disponibili tutte le classifiche finali), con migliaia di contatti a testimoniare l’interesse per questa storica cronoscalata. Tantissime emozioni sportive, il volto sorridente dei tanti premiati e gli applausi del folto pubblico lungo il tracciato rappresentano il giusto epilogo della 37^ edizione, che anche quest’anno ha proposto un grande spettacolo fatto di motori e di amicizia.

Le foto sono di Daniele Schiavo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!