Bmw X4, un mondo tutto suo

24 Agosto 2014

SIENA. Allargare l’offerta il più possibile. E’ questa la strategia di Bmw in questo periodo di crisi, strategia che viene premiata dall’andamento delle vendite. Quindi inutile cercare riferimenti nei listini per la nuova X4, che non va a sostituire quindi nessun modello. La X indica che siamo nell’ambito dei fuoristrada premium, che la Casa bavarese chiama SAV (Sport Activity Veihcle): vanno ovunque, volendo. Su strada hanno però un comportamento sportivo. Il mercato (anche quello italiano) sembra gradire questa possibilità: le vendite di Bmw, stando ai dati forniti nel corso della conferenza stampa a Borgo San Felice (Siena), mostrano confortanti segni positivi. E’ un momento in cui non si butta via niente.

MAC_9676Costruita negli Usa (a Spartanburg) come le altre X (tranne la X1), la X4 segue la filosofia e l’estetica della X6 con cui Bmw “inventò” la Sport Activity Coupé (quasi una sfida), solo che nel caso del nuovo modello si scende a un segmento più basso, vicino a quello della X3 (lunghezza 4 metri e 67 centimetri).Tutte le X4 sono a trazione integrale, naturalmente, con l’importante aggiunta del dispositivo Bmw Performance Control. Un altro aspetto di novità è dato dalla presenza, sotto il cofano, di un nuovo 4 cilindri diesel, che nel tempo andrà ad equipaggiare anche altri modelli.

Anche se l’idea di una versione coupé può inizialmente sconcertare chi predilige le forme meno sinuose e filanti delle altre X, è su strada che i conti tornano. Percorrendo in lungo e in largo le serpeggianti stradine che si insinunano tra le colline del Chianti (il nobile Brunello, in prevalenza), ci si dimentica quasi subito del “guscio” che ci circonda (e protegge) per apprezzare – chilometro dopo chilometro – le grandi doti di tenuta e guidabilità che la X4 rivela, malgrado le dimensioni non proprio compatte. Le doti dei sistemi di controllo della stabilità, l’impianto frenante e la pronta risposta del motore, ben presto ci prendono la mano. Diamoci una calmata e teniamo d’occhio il tachimetro: meglio per noi e per gli altri!

MAC_8562Derivata, come si è detto, dalla X3 per quanto riguarda la parte tecnica, si distingue per la dinamica di guida nettamente potenziata, che viene evidenziata anche dall’estetica. La linea del tetto raggiunge il punto più alto sopra il guidatore per scendere dolcemente fino alla conclusione del cofano posteriore, come in una classica coupé sportiva. La coda con le luci posteriori a L (con led) è esclusiva dell’X4. La posizione di guida è abbassata di 20 millimetri rispetto alla X3 e il divanetto posteriore a due posti accentua ulteriormente il carattere di coupé.

Sono a disposizione tre motori benzina e altrettanti diesel della famiglia EfficientDynamics, che coprono un arco di potenza da 135 kW/184 CV a 230 kW/313 CV e soddisfano tutti la norma Euro 6. La tecnologia TwinPower Turbo garantisce ottime prestazioni di guida, accompagnate da consumi minimi. Per esempio, il benzina top di gamma, montato nella X4 xDrive35i (consumo nel ciclo urbano/extraurbano/combinato: 10,7/6,9/8,3 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 193 g/km) eroga 225 kW/306 CV e mette a disposizione una coppia massima di 400 Nm. Accelera da 0 a 100 km/h in 5,5 secondi. Analogamente, la X4 xDrive35d si presenta altrettanto performante nell’erogazione di potenza e nell’efficienza a livello di CO2 (consumo di carburante nel ciclo urbano/extraurbano/combinato: 6,7/5,5/6,0 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 157 g/km). Il suo sei cilindri in linea da 3.000 cc eroga 230 kW/313 CV e sviluppa una coppia massima di 630 Nm. Questa X4 va da 0 a 100 km/h in 5,2 secondi. Però anche la nuova generazione di motori diesel da 2.000 cc montata nella xDrive20d (consumo di carburante nel ciclo urbano/extraurbano/combinato: 5,8–5,4/5,1–4,8/5,4–5,0 l/100 km; emissioni di CO2 nel ciclo combinato: 141–131 g/km) con cambio Steptronic a otto rapporti definisce dei primati a livello di consumo e di emissioni di CO2. Il suo quattro cilindri eroga 140 kW/190 CV e mette a disposizione una coppia massima di 400 Nm.

MAC_8527Anche nella nuova X4 il pacchetto tecnologico EfficientDynamics assicura consumi ed emissioni ridotte. Le soluzioni applicate comprendono per esempio la funzione Start Stop automatico e la funzione sailing (in combinazione con i cambi Steptronic a otto rapporti), la Brake Energy Regeneration e i gruppi secondari controllati in base al fabbisogno, garantendo così un’elevata compatibilità ambientale, accoppiata al massimo divertimento di guida.

La “forbice” dei prezzi va da 49.200 a 66.950 euro.

MAC_7597Borgo San Felice, base operativa della presentazione Bmw, merita qualche parola non tanto per la sua storia quanto per il suo recupero. La storia del Borgo è documentata fin dal 714 D.C. per via di una disputa tra i vescovi di Arezzo e Siena per il possesso della chiesa di San Felice. Per tutto il medioevo il Borgo diventa scenario delle furiose guerre tra Siena e Firenze. Dopo che nel XVIII secolo la famiglia nobiliare dei Taja, senese d’origine, diventa signora del territorio (stabilendosi nella casa padronale), segue un periodo di tranquillità e poi di inevitabile abbandono. In tempi recenti il Borgo viene restaurato per trasformarsi in un modernissimo e confortevole albergo diffuso, dove gli edifici hanno per buona parte recuperato il look originario. Fa parte della catena Relais & Chateaux. Merita un soggiorno.

Silvano di Varmo

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!