Zone Logistiche Semplificate Rafforzate, un’opportunità

20 Ottobre 2020

GORIZIA. Cogliere le opportunità offerte dalla Legge Bilancio 2020, che ha previsto la possibilità di istituire Zone Logistiche Semplificate Rafforzate (Zlsr) nelle regioni portuali e retroportuali del Nord Italia. E’ quanto si propone il disegno di legge depositato al Senato lo scorso 14 ottobre e presentato a Gorizia dalla senatrice Tatjana Rojc (Pd), che ne è prima firmataria, assieme al segretario provinciale del Pd isontino Diego Moretti e all’ex senatrice dem Laura Fasiolo.

Illustrando il ddl che “definisce le norme per la istituzione della Zlsr nelle aree territoriali della regione Friuli Venezia Giulia contermini o contigue con la Slovenia dell’ex provincia di Gorizia”, Rojc ha evidenziato che “le Zlsr costituiscono un’occasione per il rilancio di aree di forte sviluppo potenziale quali Monfalcone, Gorizia e Isontino, il Polo Intermodale di Cervignano, San Giorgio di Nogaro/Aussa-Corno. Queste aree possono esercitare una funzione compensativa rispetto al dumping fiscale di cui soffre il territorio regionale, in particolare Gorizia e l’Isontino, da parte dei Paesi dell’Europa orientale: sono una vantaggiosa opportunità di ri-localizzazione per le imprese nazionali dopo anni di delocalizzazione”.

Nel dettaglio il ddl prevede riduzioni modulate dell’Ires, dell’Irap e della Tari, ma anche riduzione del costo del lavoro per i primi 5 anni di attività, pari all 50% per i contratti a tempo indeterminato o a tempo determinato per una durata non inferiore a 12 mesi, disponibilità di terreni a canoni di locazione ridotti e utenze a tariffa agevolate. “Confido che potremo trovare un’ampia condivisione su questo disegno di legge che – ha aggiunto Rojc – è aperto alla firma dei colleghi senatori senza distinzione di partito e che auspico possa essere sostenuto anche dalla Regione”.

Per Moretti “la Zlsr rappresenta un’opportunità per il territorio regionale. Il ddl presentato dalla sen. Rojc è una tappa che fa seguito a quanto approvato all’unanimità dal Consiglio regionale lo scorso 3 luglio. Su questo tema – ha ribadito – l’impegno deve essere comune a tutte le forze politiche”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!