Voleson in un bocon: per conoscere i prodotti locali

9 Novembre 2016

prodotti-voleson-in-un-boconVALVASONE ARZENE. I produttori locali uniscono le proprie forze per promuovere in maniera unitaria prodotti enogastronomici di eccellenza del territorio friulano: sabato 12 novembre a Valvasone Arzene si terrà la prima edizione di Voleson in un bocon (che tradotto dal friulano all’italiano, significa Valvasone in un boccone). L’appuntamento è alle 17 all’Antica Osteria La Torre in Piazza Castello dove, introdotte da un medico nutrizionista, sette aziende del territorio faranno degustare le proprie leccornie dall’olio extravergine di oliva di Valvasone al pane casereccio, dallo zafferano alla birra artigianale e molto altro ancora.

“La scoperta delle radici di un territorio – spiega Sara Cocetta a nome del gruppo di produttori – passa attraverso la conoscenza dei suoi prodotti tipici, legati al settore enogastronomico e artigianale. Con l’obiettivo di salvaguardare le piccole produzioni tradizionali nasce questa manifestazione, che vuole sensibilizzare le persone ad acquistare prodotti tipici locali frutto del recupero di antichi mestieri e tecniche di lavorazione tramandate di generazione in generazione”.

Il programma, a ingresso libero, sarà così scandito: alle ore 17, presentazione del progetto. Seguirà un momento informativo con l’intervista al dottore nutrizionista Piero Turchet che spiegherà quali sono le qualità dei prodotti tipici del territorio. Seguirà l’atteso momento delle degustazioni dei prodotti delle aziende che hanno partecipato all’iniziativa. Si potranno assaggiare il pane del Panificio Cocetta, lo zafferano dell’azienda Leoni, le verdure dell’azienda Bertoia, gli insaccati del Salumificio Uniko, la birra artigianale 1077, la carne di coniglio dell’azienda Salvador e l’olio extravergine di oliva dell’azienda Filip. Infine, per chi lo volesse, c’è anche la possibilità di fermarsi a cena e di assaporare il menù a prezzo speciale di Voleson in un Bocon con i prodotti tipici delle aziende interpretati dallo chef de La Torre Fabrizio Damiano Casali.

“Sarà un momento di festa nel cuore dell’autunno – ha aggiunto Sara Cocetta – nonché l’occasione per capire meglio cosa significhi alimentazione sana e prodotti a Km zero. Inoltre ci piacerebbe che questo nostro antico borgo medievale di Valvasone venisse conosciuto anche per le sue prelibatezze culinarie; quelle che presentiamo sono infatti tutte realtà che lavorano sul territorio con attenzione alla ricerca delle migliori materie prime”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!