Via le barriere architettoniche Tavagnacco ha un piano

28 Aprile 2022

TAVAGNACCO. Il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche (Peba) è uno strumento di programmazione che si pone come obiettivo l’eliminazione delle barriere architettoniche ancora esistenti sia all’interno degli edifici pubblici, sia sui percorsi urbani. Il Piano dovrà garantire ad ognuno la possibilità di spostarsi autonomamente e in sicurezza, all’interno dell’ambiente urbano al di là della sua condizione fisica, sensoriale o anagrafica, garantendo un miglioramento della qualità della vita per tutti. In proposito, nella sala E. Feruglio di Feletto Umberto (Tavagnacco) si è svolto il primo incontro pubblico con le associazioni portatori di interesse sul Peba. È stata un’occasione di confronto, dove si sono illustrate le fasi, i contenuti e gli obbiettivi della redazione del piano.

Grazie allo studio professionale incaricato della sua redazione (Global Project – arch. Erica Gaiatto e arch. Francesco Casola), sono stati approfonditi i principi cardine del piano e gli obiettivi che si vogliono raggiungere, puntando principalmente alla creazione di una rete di percorsi accessibili in grado di congiungere tra loro quanti più possibili luoghi di interesse.
All’incontro erano presenti anche i tecnici dell’ufficio urbanistica del comune di Tavagnacco, il sindaco Moreno Lirutti, il vice sindaco Federico Fabris e il consigliere incaricato Alessandro Barbiero.

La presenza di barriere architettoniche negli spazi urbani e negli edifici pubblici rappresenta una limitazione alla mobilità di molte persone, non riconducibili alla sola “categoria” delle persone con disabilità, ma nel cui novero ricadono tutti, almeno in alcune fasi della vita: bambini, genitori con passeggini, anziani, persone con disabilità anche solo temporanee. Questo strumento permetterà di analizzare alcune parti del territorio comunale e trovare le soluzioni alle diverse criticità rilevate. Le soluzioni verranno poi adottate e poste in opera secondo un cronoprogramma annuale definito in base alle priorità di intervento. L’analisi riguarderà circa 13 chilometri di percorsi pedonali e 12 edifici pubblici, individuati in ogni frazione del territorio comunale. Questo strumento aiuterà in modo concreto a innalzare per tutti i cittadini il grado di accessibilità, sicurezza e comfort degli spazi pubblici a Tavagnacco.

Condividi questo articolo!