Vertenza Ideal Standard: da Roma segnali incoraggianti

11 Novembre 2014

ROMA. Si è svolto oggi 11 novembre a Roma, nella sede del Ministero dello Sviluppo economico, l’incontro per il futuro dello stabilimento dell’Ideal Standard di Orcenico Inferiore (Zoppola), dove una cooperativa sorta tra i lavoratori, l’Ideal Scala, è pronta a subentrare per proseguire l’attività di produzione di sanitari. All’incontro ha partecipato il Direttore di Confcooperative Pordenone Marco Bagnariol. Insieme a Bagnariol anche Cutrona della sede nazionale Confcooperative. Presenti anche la Presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Serracchiani, il Presidente di Unindustria Pordenone Agrusti con il dirigente Del Col e l’amministratore delegato di Bpi Italia Maurizio Mirri, oltre alle rappresentanze sindacali territoriali, ai soci della coop di lavoratori Ideal Scala, al dirigente del Mise Castano e ai rappresentanti dell’Ideal Standard.

“Una giornata intensa a fianco della cooperativa Ideal Scala – ha commentato Bagnariol -, che ha portato alla fine a un’apertura da parte di Ideal Standard, la quale si è detta disponibile a valutare la cessione a costo zero degli impianti produttivi di Orcenico alla coop di lavoratori. Tra azienda e cooperativa verrà inoltre discusso il piano industriale per il proseguimento dell’attività, passaggio che vedrà Mise e Regione Friuli Venezia Giulia in veste di garanti. Il tutto, ed è la novità della giornata, è stato verbalizzato e sottoscritto dalle parti”. Segnali incoraggianti, mentre sul fronte della trattativa parallela riguardante la cassa integrazione l’azienda ha chiesto la proroga senza concedere l’anticipo. Ora le parti si rincontreranno di nuovo lunedì 17 novembre al Ministero a Roma.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!