Verso i Distretti commerciali Martines: Fondi troppo scarsi

23 Gennaio 2023

PALMANOVA. È stato presentato dalla Regione Fvg il bando dedicati alla creazione dei nuovi Distretti Commerciali. A disposizione dei 133 comuni sono stati stanziati 6 milioni di euro. L’intervento minimo deve essere di 80 mila euro e non può essere superiore a un milione di euro, con un co-finanziamento regionale pari al 50% per le spese di investimento e del 10% per le spese di progettazione.

“Sono percentuali troppo basse per poter iniziare a lavorare – commenta il vicesindaco e assessore comunale al commercio di Palmanova, Francesco Martines -. Soprattutto il 10% di compartecipazione nella progettazione, obbliga, da subito, i comuni a mettere ingenti risorse proprie. Fondi che spesso non ci sono. Serve maggiore sostegno da parte della Regione se si crede davvero nella progettualità. Sei milioni di euro sono davvero pochi, se confrontati ai 100 richiesti. La Regione Fvg ha grandi disponibilità in questo momento e serve investirle per rilanciare e sostenere il settore commerciale ora in grave difficoltà.

È necessario un supporto economico forte, prima e più di tutto in questa fase d’avvio, senza la quale i Distretti non riuscirebbero a strutturarsi e cominciare a operare, Una progettualità valida e in cui tanti comuni e categorie economiche credono. L’avvio di questi strumenti è sempre delicato e serve massimo sostegno per evitare che rimangano strutture poco incisive nella vita concreta delle tessuto imprenditoriale. Il commercio va aiutato e sorretto, in maniera forte e convinta. I Distretti possono essere determinanti”.

Nel giugno scorso, otto sindaci e sette associazioni di categoria hanno dato vita, tra gli altri, al Distretto del Commercio del Palmarino. Un accordo di partenariato per attivare sviluppo locale e territoriale integrato nei settori del commercio, del turismo e del terziario. Hanno aderito i Comuni di Palmanova, Bagnaria Arsa, Gonars, Aiello, Bicinicco, Santa Maria la Longa, San Vito al Torre e Visco, oltre a Camera di Commercio di Pordenone-Udine, Confcommercio Imprese per l’Italia–Udine, Confesercenti, Confartigianato, Cna Fvg, Coldiretti e Agricoltori Italiani Fvg-Cia.

Nella richiesta di costituzione e finanziamento rivolta alla Regione, nell’ambito della legge Sviluppoimpresa, si intende operare per realizzare progetti integrati di rigenerazione dei centri cittadini, in particolare modo nel rinnovo dell’ambiente e dell’arredo urbano, per la creazione di zone pedonali, per la riqualificazione di aree destinate a sagre, fiere e mercati, per interventi riguardanti la mobilità sostenibile e per attività di marketing di distretto, compresa l’animazione urbana. In seconda istanza sono previsti investimenti su soluzioni tecnologiche innovative. Per queste azioni, il Distretto del Palmarino ha richiesto un finanziamento di 1 milione di euro all’anno, per 3 anni.

Il Distretto nasce con l’obiettivo di realizzare azioni che possano contribuire alla valorizzazione e rigenerazione delle aree urbane a vocazione commerciale anche mediante la realizzazione di progetti volti a promuoverne e valorizzarne storia, cultura e tradizioni, a rivitalizzarne l’attrattività turistica, a creare occasioni di aggregazione e di socialità, a valorizzare l’offerta di prodotti del territorio a chilometro 0 e a basso impatto ambientale.

Da qui https://we.tl/t-98XebGB6RQ è possibile scaricare una video intervista al Vicesindaco Francesco Martines

Condividi questo articolo!