Un’ex allieva dell’Iti Zanussi tra i finalisti di Mittelmoda

22 Luglio 2019

PORDENONE. La cosa più straordinaria per una scuola e per i suoi insegnanti è vedere ritornare i ragazzi che per cinque anni sono cresciuti in uno straordinario percorso di istruzione e formazione. E quel ritorno è un ringraziamento, ma è anche un modo per i professori di constatare che ciò che hanno dato, ritorna in termini di stima. La vera meraviglia è assistere al senso di gratitudine dei giovani, ciò risulta davvero impagabile. Questo all’Iti Moda Zanussi di Pordenone succede di sovente, perché la scuola è dotata di alte professionalità e laboratori attrezzati che su richiesta vengono messi a disposizione, così vi è uno scambio tra ragazzi oramai formati e cresciuti, immessi nel mondo del lavoro o degli studi accademici e gli studenti delle superiori.

Con soddisfazione l’ex studentessa Alice D’Andrea è stata selezionata al Mittelmoda, la manifestazione nata da un progetto del 1993 creando un network internazionale di oltre 700 scuole di fashion design, collaborando con 66 Paesi. Con l’originalissimo progetto “Hide&seek”, l’ex allieva ha realizzato una collezione composta da cinque outfit basati sull’interpretazione urbana del gioco a rimpiattino, quel nascondino del celare e trovare, anche nei posti più reconditi, insoliti, alla ricerca di una nuova raffinatezza e freschezza tipica dell’età spensierata. “Il gioco principale della fanciullezza – spiega D’Andrea – è tradotto nella capsule che trasmette attraverso la maglia ciò che si cela dietro le apparenze umane, il ‘ciò che siamo stati’, dentro il nostro ‘ciò che siamo ora’. La collezione è composta da trasparenze che si alternano a parti in maglia decisamente più compatte in un gioco astuto del filato, combinato con dettagli sportivi, come le coste piatte e le righe. Mani secche e mani molto morbide e soffici – conclude – sottolineano il non fermarsi alle apparenze, ma il continuare la propria ricerca dell’innocenza nascosta”.

“Il dipartimento Moda dello Zanussi cresce in termini qualitativi di anno in anno – dichiara Daniela Manarini, coordinatrice del settore – e le soddisfazioni sono molte e su più fronti. Quest’anno l’Iti Moda si è distinto non solo nell’ambito dell’ideazione e della progettazione di capi d’abbigliamento e piccole collezioni, ma anche in quello della chimica, segno che le prospettive occupazionali sono molteplici. Le proposte occupazionali che raggiungono gli allievi sono molto più articolate e finalmente anche il territorio se ne sta accorgendo, molte importanti aziende, leder anche nel campo arredo, hanno iniziato una bella collaborazione che ci auguriamo possa proseguire anche in futuro”. L’Iti Moda Zanussi, fa notare Manarini, è l’unica scuola di questo tipo in regione, una realtà d’eccellenza nella nostra area geografica. “Lo dimostrano – aggiunge la docente Stefania Fioravanti – i premi ricevuti dalle nostre studentesse, il fatto che amino la professione intrapresa e ritornino a scuola a fornire una testimonianza che alle nostre allieve diventa di stimolo per studiare con maggiore motivazione”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!