Unesco Cities Marathon allinea al via domenica 2.000 partecipanti

23 Marzo 2018

CIVIDALE. Inizia il conto alla rovescia per l’edizione 2018 dell’Unesco Cities Marathon, in programma domenica 25 marzo su un percorso che collega tre siti – Cividale, Palmanova e Aquileia – appartenenti al Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Circa duemila gli iscritti tra runners, pattinatori e triathleti. Domani, sabato 24 marzo, alle 10, in Piazza Grande a Palmanova, con l’apertura del Centro Maratona, inizierà la distribuzione dei pettorali di gara. Sempre domani, alle 17, a Palmanova, conferenza stampa con il professor Mauro Ferrari, illustre scienziato friulano, trapiantato negli Stati Uniti, atteso al via della sua sesta Unesco Cities Marathon.

IL CENTRO MARATONA
Il Centro inizierà così la distribuzione dei pettorali e dei pacchi gara agli atleti, che proseguirà sino alle 19 (i partecipanti alla maratona potranno ritirare il pettorale anche domenica dalle 7 alle 8, in zona partenza a Cividale, mentre per gli atleti della Iulia Augusta Run K21 la distribuzione proseguirà domenica, dalle 8.30 alle 10.30, al Centro Maratona di Palmanova). Il centro espositivo della maratona ospiterà anche aziende del mondo del running ed eventi podistici. Al Centro sarà inoltre ancora possibile iscriversi alle gare che compongono il ricco cartellone 2018 dell’Unesco Cities Marathon.

LA CARICA DEI 2.000
L’edizione 2018 dell’Unesco Cities Marathon ha raggiunto, nel complesso delle prove che la compongono, i duemila iscritti. Circa mille i partecipanti tra la maratona e la nuova Iulia Augusta Run K21, i friulani sono 490. Ventidue le nazioni rappresentate al via. Quattro i continenti (manca solo l’Oceania). La società con più iscritti – ben 73 – è croata, l’AK Sljeme. Seguono Jalmicco Corse (38) e il Gs Atl. Leone San Marco (25). Gli atleti meno giovani tra i partecipanti alla maratona sono il vicentino Giorgio Marchesano (classe 1945) e la triestina Dora Bandel (1956). I più giovani? L’austriaco Andreas Buchinger (1996) e l’altoatesina Serena Natolini (1989).

IN GARA ANCHE GLI ”AMBASCIATORI“
Le maratone dell’Unesco provano a fare squadra. L’invito è a firma di Enrico Vicenti, segretario generale della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco. Vorremmo creare “una rete delle maratone delle città dell’Unesco che rappresenti in tutto il Paese il valore che il patrimonio culturale riveste anche in ambito sportivo”, scrive Vicenti. Anche quest’anno, per la terza stagione consecutiva, la maratona ha ottenuto il patrocinio ufficiale della Commissione Nazionale per l’Unesco. E domenica si rinnoverà l’iniziativa promossa dal sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, che ha scritto ai colleghi delle altre città italiane dell’Unesco, invitandoli ad individuare un ambasciatore-maratoneta che partecipi alla maratona friulana in rappresentanza del sito di provenienza. In sei hanno aderito all’invito. Saranno così al via anche Roberto Fagnani (Ravenna), Isabella Bonfiglio (Napoli Città Metropolitana), Margherita Fraternali (Urbino), Giovanna Mulloni (Cividale), Roberto Tomat (Aquileia) e Francesco Martines, sindaco di Palmanova. L’Unesco Cities Marathon si farà così portatrice, ancora una volta, di un messaggio di vicinanza e di condivisione di ideali tra i luoghi che sono Patrimonio dell’Umanità. In attesa che quanto auspicato da Vicenti si avvii a diventare realtà.

MARATONA, MA NON SOLO
Anche quest’anno non sarà soltanto la classica gara sulla distanza regina dei 42,195 chilometri. Sulle strade della storia ci sarà spazio anche per la Iulia Augusta Run K21, la nuova corsa sulla mezza distanza, aperta anche agli appassionati del Nordic Walking, e per l’altrettanto inedita Unesco in Rosa, corsa e camminata interamente dedicata alla donne, con start da Terzo di Aquileia. Unesco Cities Marathon sarà inoltre maratona dei roller, una prova promozionale di nuoto, bici e corsa su due giornate e la corsa degli Special Olympics, anch’essa con partenza da Terzo di Aquileia. Traguardo, per tutti, nella splendida Piazza Capitolo ad Aquileia. Dove la corsa incontra la storia.

Giardiello con la moglie

DAI TOP RUNNERS AI “SENATORI”
Avrà il pettorale numero 1, e non potrebbe essere diversamente. Domenica sarà al via dell’Unesco Cities Marathon anche Saverio Giardiello, che torna sulle strade friulane dopo aver vinto l’edizione 2017. Da seguire pure il marocchino Tarik Marhnaoui, classe 1992, primo a Ravenna nel 2015 e a Lucca nel 2016, accreditato di un primato personale di 2h20’15”. Mentre è in forse, a causa di un infortunio, il burundiano Pierre-Célestine Nihorimbere, che ha vestito la maglia della sua Nazionale nella maratona dei Mondiali di Pechino del 2015 e dell’Olimpiade di Rio nel 2016 (2h15’04” di personale, Padova 2016): se sarà al via, farà la Iulia Augusta Run K21. In campo femminile da seguire, sulla mezza distanza, l’etiope Gedamnesh Mekuanent Yayeh, atleta giramondo, accreditata di ottimi tempi nella mezza maratona (1h12’35” nel 2016 nella gara francese di Montbéliard). L’esperta marocchina Hanane Bahyoune sarà invece l’atleta da battere nella maratona al femminile. Non corre per vincere, ma sarà sicuramente tra gli atleti più applauditi, il professor Mauro Ferrari, scienziato friulano di fama internazionale (presidente e CEO del Methodist Research Institute di Houston), alla sesta partecipazione all’Unesco Cities Marathon su altrettante edizioni. Mauro Ferrari è anche uno dei sei “senatori” dell’Unesco Cities Marathon, ossia uno dei sei atleti che ha corso tutte le prime cinque edizioni della maratona. Gli altri sono gli udinesi Andrea Baracchini e Stefano Morandini, il triestino Roberto Tomat, il trentino Claudio Cettolo e il trevigiano Stefano Toffoli.

PRESENTAZIONE TESTIMONIAL
Mauro Ferrari sarà anche tra gli ospiti della conferenza stampa di presentazione dei testimonial e dei top runners dell’Unesco Cities Marathon, che si terrà domani, sabato 24 marzo, alle 17, in Piazza Grande, nei pressi del Centro Maratona, a Palmanova.

CAMPIONATO ITALIANO ESERCITO
Anche quest’anno l’Unesco Cities Marathon si vestirà del tricolore con le stellette: l’evento del 25 marzo sarà valido come Campionato Italiano Esercito. Un traguardo di particolare significato nell’anno in cui ricorre il centesimo anniversario della fine della Grande Guerra. Prevista anche una classifica di società dedicata al ricordo di Adriano Gabrieucig, maratoneta friulano molto noto, scomparso all’inizio di quest’anno. L’Unesco Cities Marathon sarà anche aperta a tutte le associazioni sportive dilettantistiche che si richiamano alle Associazioni d’Arma nel loro statuto. La gara sui 42,195 chilometri sarà anche valida come campionato regionale assoluto e master Fidal. In palio inoltre i titoli dell’Unione Nazionale Veterani dello Sport (UNVS).

PREMIO FUTURE FORUM-CAMERA DI COMMERCIO
Un riconoscimento speciale per il più giovane partecipante all’Unesco in Rosa. E’ il premio “Promesse del futuro”, messo in palio dal #FutureForum della Camera di Commercio di #Udine. La corsa sarà anche una passione senza età, ma in questo caso la carta d’identità diventerà determinante per l’attribuzione di un premio che è un inno alla gioventù.

ORARI DI PARTENZA
L’Unesco Cities Marathon partirà alle 9.30 da via Tombe Romane, a Cividale. L’arrivo del vincitore della maratona è previsto per le 11.50 in Piazza Capitolo ad Aquileia. Ecco gli orari e le località di partenza delle singole prove che compongono la domenica di corsa. Ore 9.15: partenza triathlon – prova bike (Cividale- 25,6 km). Ore 9.20: partenza Roller Marathon (Cividale – 42 km). Ore 9.30: partenza Unesco Cities Marathon (Cividale – 42,195 km). Ore 10.00: partenza Iulia Augusta Roller (Palmanova – 16,595 km). Ore 11.15: partenza Iulia Augusta Run K21 (Palmanova – 21 km). Ore 11.15: partenza Iulia Augusta Nordic Walking (Palmanova – 21 km). Ore 12.00: partenza Unesco Free Roller (Terzo di Aquileia – 6 km). Ore 12.00 Partenza Unesco in rosa (Terzo di Aquileia – 6 km). Ore 12.00: Partenza Special Olympics (Terzo di Aquileia – 4 km).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!