Una rete di mulini valorizza anche quello di Basaldella

11 Ottobre 2020

CAMPOFORMIDO. “Puntare sul turismo ambientale facendo rete con gli altri mulini del territorio”, è l’idea che Mauro Bordin, capogruppo Lega in Consiglio regionale, ha suggerito al termine della visita al Mulino di Basaldella, a Campoformido. A illustrare i piani dell’amministrazione guidata da Erika Furlani in merito alla struttura è stato il vicesindaco Christian Romanini con delega alla cultura e all’ambiente, accompagnato dall’assessore ai lavori pubblici Adriano Stocco e dai consiglieri comunali Elido Zuliani, Michele Marangone e Cristina Bevilacqua.

“Durante il consiglio comunale del 29 settembre scorso il Comune di Campoformido ha inserito nella variazione al bilancio ben 90 mila euro per l’allestimento di un percorso espositivo che valorizzi il sito quale punto di riferimento per la promozione del territorio in chiave ambientale, didattica, culturale e turistica”, ha evidenziato Romanini. “Abbiamo presentato ai cittadini un programma elettorale che prevede la valorizzazione dei Prati Stabili, patrimonio ambientale e identitario della nostra comunità: col Progetto Comune amico delle api abbiamo avviato una collaborazione con l’Università di Udine allargata poi al Museo Friulano di Storia Naturale di Udine. Individuando il Mulino di Basaldella come sede di questo percorso diamo una sede concreta a un progetto in cui crediamo molto. Stiamo inoltre lavorando con l’istituto comprensivo di Pozzuolo e Campoformido al fine di coinvolgere le scuole per una divulgazione e un percorso specifico per i ragazzi. Ora che abbiamo la disponibilità di questi fondi propri – spiega Romanini – possiamo dare avvio al progetto di allestimento di un percorso espositivo che vedrà al piano terra una sezione dedicata alla storia del Mulino Del Torre e al Cormôr, al primo piano una sezione dedicata ai prati stabili e infine al secondo piano la sezione dedicata nello specifico al progetto ‘Campoformido, comune amico delle api’, ormai riconosciute a livello mondiale testimoni della biodiversità per antonomasia”.

Durante la visita l’assessore ai lavori pubblici Adriano Stocco ha spiegato gli ultimi interventi di verniciatura ignifuga delle strutture metalliche e la prossima sostituzione dell’impianto di riscaldamento e raffrescamento.

Al termine della visita il Capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Mauro Bordin, ha sottolineato l’importanza di mantenere alta l’attenzione sui temi dell’ambiente e della divulgazione culturale, in particolare in chiave didattica e turistica, suggerendo la necessità di fare rete col territorio e approvando il percorso avviato dall’amministrazione comunale di Campoformido e illustrato dal vicesindaco Romanini.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!