Una Circolare fa chiarezza: la accoglienza deve continuare

3 Aprile 2020

POZZUOLO. ”Registriamo, sul fronte immigrazione e contenimento del Covid-19, alcuni passi, timidi ma assai positivi, per gli immediati effetti che andranno a beneficio non solo delle persone coinvolte ma anche dell’intera collettività”. E’ il commento della Rete Dasi Fvg dopo la circolare del Ministero dell’Interno, Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione, datata 18 marzo e trasmessa a tutti i Prefetti, comunicata poi alle strutture di accoglienza, con cui si è tra l’altro provveduto a precisare che “va segnalato che il prescritto divieto di spostamento e il preminente interesse pubblico a evitare ogni fonte di rischio della diffusione del virus, connesso allo stato di emergenza, determinano la necessità di assicurare la prosecuzione dell’accoglienza anche a coloro che non hanno più titolo a permanere nei centri”. Oltre a ciò, si prende in considerazione la possibilità di provvedere al rimborso della spesa per l’acquisto dei Dispositivi di protezione Individuali nelle strutture di accoglienza.

”La ratio della Circolare ministeriale – si legge ancora nel comunicato – dovrebbe essere quella di risolvere almeno temporaneamente diverse situazioni di persone ancora ‘in strada’ anche in questa Regione, soprattutto a Trieste e Pordenone, cercando di superare ‘rigidità interpretative’ che alcuni potrebbero accampare, come per esempio la mancanza di residenza o l’alloggio fuori Comune o in struttura diversa. Importante segnalare inoltre che proprio in tal senso, cioè di offrire un’accoglienza temporanea a chi potrebbe trovarsi senza dimora, si è recentemente espresso anche il Tribunale Amministrativo Regionale che da parte sua ha sospeso l’esecutività di un atto di revoca delle procedure di accoglienza di una persona migrante, da parte di una delle quattro Prefetture presenti in Fvg, proprio a causa del perdurare della situazione di emergenza sanitaria.

Invitiamo tutte le Istituzioni interessate ma anche le strutture e reti di accoglienza attive sul territorio regionale – si sottolinea infine – ad adoperarsi per una piena attuazione delle disposizioni ministeriali, segnalando criticità e/o diversi comportamenti o interpretazioni, al fine di garantire a tutti, compresa la comunità locale, in questa difficile fase, il massimo di tutela e sicurezza.

La Rete Dasi Fvg ha sede nel Centro Balducci di Zugliano (Pozzuolo) | mail: retedirittifvg@gmail.com | cell: 3384475550 (Michele Negro).

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!