Un provvedimento che ridà autonomia agli Enti locali

31 Ottobre 2020

TRIESTE. “I vincoli di spesa che per lungo periodo hanno bloccato le possibilità di investimenti per gli Enti locali non permangono ulteriormente. Questo importante risultato è stato raggiunto grazie a una norma efficace, di buonsenso e che ha introdotto alcune modifiche inerenti al principio di esclusività delle misure regionali per gli Enti locali del sistema integrato”. Esprime soddisfazione il consigliere regionale della Lega, Diego Bernardis, a proposito del disegno di legge regionale “Modifiche alle disposizioni di coordinamento della finanza locale di cui alla legge regionale 17 luglio 2015, n. 18 (La disciplina della finanza locale del Friuli Venezia Giulia, nonché modifiche a disposizioni delle leggi regionali 19/2013, 9/2009 e 26/2014 concernenti gli enti locali)”.

In particolare, Diego Bernardis aggiunge: “La Regione si assume un’importante responsabilità nei confronti dello Stato e della comunità tutta, facendo valere soltanto le misure legislative regionali, non più quelle statali, per il debito e la spesa del personale negli Enti locali. Si tratta di un provvedimento che ridà maggiore autonomia ai nostri Comuni, con la consapevolezza che la nostra è una Regione responsabile in cui hanno sempre prevalso efficienza e rispetto delle regole”.

“Tale provvedimento è un merito e un obiettivo raggiunto da questa Amministrazione regionale, in particolare dell’assessore alle Autonomie, Pierpaolo Roberti, e dal presidente Massimiliano Fedriga, a cui rivolgo il mio sentito ringraziamento e compiacimento. Sono certo – conclude il consigliere regionale Diego Bernardis – che questa misura sarà una parte fondamentale del percorso che ci consentirà di riappropriarci della nostra dovuta, lecita e giusta, autonomia regionale”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!