Un progetto “per risolvere i problemi del mondo”

25 Marzo 2016

PALMANOVA. @uxilia Onlus ha reso noto che James Van Laak, ex-ingegnere NASA ed ex-direttore delle operazioni Shuttle e progettista della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), dal 26 al 30 marzo sarà a Palmanova per presentare un ambizioso progetto in cui l’associazione è stata coinvolta. James ha imparato qualcosa nel corso della sua carriera: “Nello spazio non c’è spazio per i conflitti”, un gioco di parole che racchiude un’importante verità, perché nella Stazione Spaziale Internazionale Europei, Candesi, Giapponesi, ma soprattutto Russi e Americani non hanno certo mai potuto, né possono, replicare quelle frazioni e quei dissidi che sono stati motivi di contrasto per le loro nazioni sulla Terra, quello che c’è in ballo è il funzionamento stesso della missione e soprattutto la sicurezza della vita “là fuori”.

James_VanLaakDa quest’osservazione nasce un’idea che presto si trasforma in un progetto concreto: costruire, sulla Terra, un Institute for Social Policy, un istituto per la risoluzione dei problemi sociali (dalla violenza connessa alle armi da fuoco negli Stati Uniti alla crisi dei rifugiati in Europa, passando per molte altre questioni di fondamentale importanza e grande attualità) e la negoziazione e mediazione nei conflitti, che riunisca scienziati ed esperti nei diversi settori, perché possano unire le loro prospettive e intuizioni e integrarle in modo da trovare soluzioni globali e complete ai problemi. L’approccio di questo istituto vuole essere attivo e non soltanto accademico, partendo dalla ricerca si propone, infatti, di arrivare alla creazione di strumenti risolutivi dei problemi applicabili anche nell’immediato. Lo scopo è quello di supportare i governi e i decision makers utilizzando le informazioni, l’expertise e gli strumenti in possesso di diversi individui e organizzazioni per contribuire alla creazione di un mondo in cui le decisioni politiche e sociali siano all’insegna della trasparenza e si basino sulla conoscenza e su prove piuttosto che su mere convinzioni.

E forse l’obiettivo finale è la pace nel mondo, anche se suona utopistico, del resto è proprio l’ambizione coraggiosa del progetto a renderlo così affascinante e ad aver stimolato l’interesse di @uxilia che è felice di prendervi parte. Durante la sua visita in Italia, James Van Laak sarà testimonial di @uxilia, per la maratona della pace, all’interno dell’Unesco Cities Marathon, che si correrà tra Cividale del Friuli e Aquileia il 28 marzo. Van Laak incontrerà i giornalisti alla conferenza stampa dell’Unesco Cities Marathon il 27 marzo alle 17.30 a Palmanova. Un sostegno ad @uxilia viene anche dalla squadra dell’associazione di running Niù Team (fondata a Lestizza nel 2009), i cui componenti correranno per la Onlus in alcune tappe della maratona o negli eventi collaterali non agonistici. Da tempo Niù Team collabora attivamente con varie realtà benefiche.

James Van Laak si laurea al Rensselaer Polytechnic Institute nel 1975, nei due anni successivi è pilota di F-106 e A-10 nell’United States Air Force. Entra a far parte della NASA nel 1988 e partecipa alla ricertificazione dello Space Shuttle System in seguito al disastro dello Space Shuttle Challenger. Nel 1990 Van Laak si trasferisce al Johnson Space Center, come controllore di volo MOD (Mission Operations Directorate). Nel 1993 diventa uno dei sei top-manager del nuovo programma per la Stazione Spaziale Internazionale. Nel 1995 è nominato vice direttore del programma Shuttle-Mir (che permise allo Space Shuttle statunitense di visitare, in più occasioni, la stazione spaziale russa Mir). Il successo di questa iniziativa gli permette di assumere il ruolo di direttore delle operazioni per la Stazione Spaziale Internazionale e quindi di supervisionare i voli spaziali umani per Russia e Stati Uniti. Dal 2003 è direttore del Systems Management Office dell’Ufficio Sistemi di Gestione del Langley Research Center nella NASA. Nel 2008 è nominato vice Amministratore Associato del Federal Aviation Administration Office of Commercial Space Transportation.

@uxilia Onlus è un’associazione con sede a Cividale, che svolge attività di volontariato nel campo socio-assistenziale, educativo e sanitario. Tutela e promuove i diritti umani, in particolar modo dell’infanzia e delle donne e permette opportunità e formazione professionale ai ceti disagiati in Italia e nei paesi in via di sviluppo. Nelle zone toccate da guerre, emergenze e calamità naturali @uxilia svolge attività di emergenza o cooperazione con particolare riguardo ai bambini. @uxilia Onlus è partner dell’Unesco Cities Marathon.

Condividi questo articolo!