Un odg a sostegno della cultura respinto dalla Giunta

2 Maggio 2021

TRIESTE. «Una bocciatura che ha dell’incredibile». È il commento del capogruppo del Patto per l’Autonomia, Massimo Moretuzzo, dopo che l’esecutivo ha respinto l’ordine del giorno, presentato dal Gruppo Consiliare nell’ambito del Ddl 130 Omnibus, che impegnava la Giunta regionale a supportare in ogni forma finanziaria, economica e logistica, eventualmente con il supporto di Promoturismo Fvg, l’organizzazione e la realizzazione di eventi culturali dal vivo, nel rispetto dei protocolli di sicurezza anti-Covid-19, come è già accaduto in altre parti d’Europa.

«Una proposta doverosa, a sostegno di un comparto che è rimasto fermo più di un anno dopo i tagli degli spettacoli dal vivo per effetto delle misure di contenimento della pandemia – osservano i consiglieri regionali del Patto per l’Autonomia Giampaolo Bidoli e Massimo Moretuzzo –. Non potevamo immaginare che sarebbe stata respinta né sappiamo il perché, visto che la decisione non è stata motivata».

«Siamo convinti, e l’abbiamo ribadito più volte, che la cultura non sia un orpello, né un settori tra tanti. È dalla cultura che dobbiamo ripartire dopo la pandemia, verso una società più sostenibile, più giusta, più umana. Evidentemente, la Giunta Fedriga non è della stessa opinione né considera le ricadute positive di eventi e manifestazioni dal vivo all’aperto in termini di promozione dei nostri territori e di arricchimento dell’offerta turistica», conclude Moretuzzo, che, sulla linea già intrapresa, assicura tutto il sostegno possibile del Patto per l’Autonomia agli operatori del settore culturale e degli spettacoli dal vivo del Friuli-Venezia Giulia, perché «i luoghi della cultura e dello spettacolo dal vivo sono luoghi di aggregazione e socialità preziosissimi».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!