Un libro guida per assistere gli anziani con demenza

1 Dicembre 2015

MUGGIA. Raggiungere e mantenere il miglior livello possibile di qualità di vita per ciascun residente, sempre nel rispetto dell’anziano inteso come persona portatrice di una sua individualità, di una sua storia e di un suo progetto di vita. E’ l’obiettivo principale della Casa di riposo comunale di Muggia, ed è in questa filosofia che si inserisce la presentazione del libro “Gentlecare cronache di assistenza”, prevista domani mercoledì 2 dicembre alle 16 nella Sala Convegni del Centro culturale Gastone Millo di Muggia. Il volume, edito dalla Erickson e uscito poche settimane fa, è curato da Elena Bortolomiol, Laura Lionetti e Enzo Angiolini, soci fondatori del gruppo Ottima Senior di Pordenone assieme alla Cooperativa sociale Itaca, e propone soluzioni, modalità e idee di applicazione del metodo Gentlecare, che si rivolge a persone sofferenti di demenza e Alzheimer e a chi sta loro intorno.

Ricco il programma del pomeriggio che sarà moderato da Cristina Pitacco, coordinatrice della Casa di riposo comunale di Muggia, al quale interverranno anche il sindaco Nerio Nesladek, l’assessore alle politiche sociali Loredana Rossi, e Romana Maiano, responsabile del Servizio sociale dei Comuni di Muggia e San Dorligo della Valle/Dolina. A presentare il libro “Gentlecare cronache di assistenza” saranno invece due rappresentanti di Ottima Senior, il triestino Enzo Angiolini, co-autore e architetto specializzato nel metodo Gentlecare, e la pordenonese Laura Lionetti, co-autrice, referente della formazione Gentlecare e socia della Cooperativa sociale Itaca, che leggerà anche un frammento del testo.

La Casa di riposo di Muggia è una struttura ad utenza diversificata che fornisce accoglimento, soddisfacimento dei bisogni primari, prestazioni sanitarie, animative e di recupero e/o mantenimento delle capacità residue a persone anziane, parzialmente o totalmente non autosufficienti. Il servizio è gestito in Ati dal Consorzio Welcoop composto da Cooperativa sociale Itaca e Cooperativa La Quercia, Idealservice e Camst (associate).

Tornando alla presentazione del libro “Gentlecare cronache di assistenza”, prevista domani alle 16 nella Sala Convegni del Centro culturale Gastone Millo di Muggia, va detto che il volume raccoglie le esperienze di applicazione del metodo in Italia, racconta cosa è stato fatto, a che punto si è arrivati e dove si vuole andare. Gli anziani fragili, i grandi anziani e le persone affette da demenza o Alzheimer modificano infatti il loro modo e le loro capacità di interazione con l’ambiente circostante. Su questo si basa Gentlecare, il sistema di cura ideato dalla terapista occupazionale canadese Moyra Jones, che individua come obiettivo fondamentale il benessere della persona e di chi le sta vicino, e come strumento operativo la protesi di cura.

Il gruppo Ottima Senior, fondato nel 2005, dal 2011 è referente per la società Moyra Jones Resources Ltd della diffusione e della verifica del metodo per l’Italia e per l’Europa e ha elaborato le Linee guida per l’applicazione del Modello Gentlecare®. “Molte persone hanno scelto Gentlecare in enti e regioni diverse, accomunate dalla passione e dall’idea che si può e si deve pensare in modo nuovo ai servizi per anziani – spiega Ottima Senior -. Il libro parte da una riflessione sui nuovi bisogni delle persone anziane e sulle ragioni per le quali il metodo Gentlecare aiuta a costruire un possibile “fare” nella complessità della demenza”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!