Un incontro a metà giugno per la Capodistria-Divaccia

19 Maggio 2021

ROMA. “La questione continuerà a essere oggetto di monitoraggio e sarà affrontata nuovamente nel contesto del dialogo bilaterale con Lubiana in occasione della prossima sessione del Comitato di coordinamento dei Ministri tra Italia e Slovenia che si terrà il prossimo 14 giugno, cui è previsto partecipare anche il nostro Ministero della transizione ecologica”. E’ la risposta del ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio alla lettera con cui la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani nei giorni scorsi aveva portato all’attenzione della Farnesina i rischi ambientali connessi al raddoppio della linea ferroviaria Capodistria – Divaccia in Slovenia, che interessa direttamente una zona del Carso triestino, la Val Rosandra, area naturale protetta parte della Rete Europea Natura 2000.

“Ho sollecitato Di Maio – spiega Serracchiani – anche alla luce del recente incontro trilaterale con gli omologhi Ministri degli Esteri di Slovenia e Croazia, chiedendo di aprire un dossier dedicato a questa peculiare situazione, che crea preoccupazione tra la popolazione residente e tra gli esperti. Il ministro, che ringrazio per il pronto riscontro, ha confermato che il tema della protezione ambientale dell’Alto Adriatico – ha precisato la parlamentare – resta centrale nel dialogo che portiamo avanti con Lubiana”.

Condividi questo articolo!