Un “incendio” che piace

17 Agosto 2013

LIGNANO. “Una grande soddisfazione sono stati gli applausi di ieri sera, ma ancora di più sentire che in spiaggia se ne parla ancora oggi” così Ciro Manfredonia – noto anche come “il mago dei fuochi” – inventore insieme a Renzo Ardito presidente della società Lignano Pineta, dello spettacolo pirotecnico più atteso dell’estate lignanese. 19 edizioni senza interruzioni dal 1995, “L’Incendio del Mare” stupisce e affascina ancora tanti turisti in vacanza a Lignano e i tanti che arrivano appositamente per vedere i fuochi d’artificio e per ascoltare l’evento musicale che lo precede; ieri sera sul palco della “mezzaluna” di piazza Marcello D’Olivo dalle 21 alle 23.30, si è esibita la giovane ed emergente band “Leanne Meyers”, pronta per incidere il primo CD.

In spiaggia distesi sui lettini, in spiaggia seduti sulla sabbia, in spiaggia con i piedi nell’acqua, in piedi sulla passeggiata sopraelevata di Lignano Pineta, a cena su alcune delle “rotonde” di Pineta, affacciati alle terrazze di casa, in barca, ecco come sono stati visti ieri sera i “fuochi di Pineta”. Stupefacenti i riverberi dei colori dei fuochi sull’acqua tra il Pontile a Mare e il Kursaal. Con 5 minuti di elegante ritardo, alle 23.35 i tre botti di avvertimento hanno dato inizio allo spettacolo. Coinvolgente il duetto di fuochi tra Pontile a Mare e motopontone Rinascimento, dopo una cascata di apertura di oltre cinquanta metri sul tratto terminale del pontile verso il bar La Pagoda. Il motivo patriottico con fuochi dei colori della bandiera italiana, è andato in scena più volte sia sul Pontile a Mare che sulla motobetta, ormeggiata a trecento metri da riva.

L’effetto “guerriglia” con fuochi che partivano contemporaneamente dal Pontile a Mare, dall’acqua davanti al pontile, dal motopontone e sempre dall’acqua davanti al mezzo d’opera, è stato l’effetto scenico più apprezzato dai turisti con ripetuti applausi del pubblico. Ideali le condizioni atmosferiche con la luna e una leggera brezza che riusciva a spostare mano a mano i fumi dei fuochi, per lasciare lo spazio libero agli altri.

Un particolare ringraziamento è stato espresso dagli organizzatori ai tanti operatori turistici e non solo, che sostengono da tanti anni “L’Incendio del Mare” che sabato 16 agosto 2014 festeggerà i suoi primi 20 anni, un pezzo di storia dei 110 anni di Lignano.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!