Trasporto merci su rotaia da Pordenone ai porti liguri

2 Marzo 2021

Sophia è pronta a partire

GENOVA. Medway Italia, azienda ferroviaria del Gruppo Msc, ha reso noto di avere ritirato la terza locomotiva Bombardier nello stabilimento di Vado Ligure e di avere inoltre assunto 17 giovani diplomati che hanno frequentato con successo il corso di “Tecnico Ferroviario Polifunzionale” organizzato dalla “Scuola Nazionale Trasporti e Logistica” della Spezia. Dopo l’entrata in servizio di due nuove locomotive a gennaio 2021 – su un totale di sei macchine ordinate a Bombardier, per un investimento complessivo pari a 18 milioni di euro – Medway renderà operativo a giorni il terzo mezzo appena ritirato, impiegato anch’esso sul mercato italiano e anch’esso battezzato, come da tradizione, con il nome della figlia di un dipendente della società (Sophia). Il 15 marzo parte infatti un nuovo collegamento giornaliero tra l’interporto di Pordenone e i porti di Genova e la Spezia.

Grazie a questa nuova tratta, i treni Medway/Medlog – il Multi Transport Operator (Mto) del gruppo Msc – salgono ad oltre 150 alla settimana e collegano i principali porti italiani (Genova, La Spezia, Livorno, Ravenna e Trieste) con ben otto centri intermodali (Rivalta Scrivia, Milano, Brescia, Verona, Padova, Pordenone, Marzaglia-Rubiera e Bologna). In tal modo, ha fatto notare l’ad Federico Pittaluga, “siamo in grado di coprire l’intera Pianura Padana, sia dal Tirreno che dall’Adriatico, garantendo una miglior qualità di servizio alla clientela. È un beneficio notevole per quanto riguarda, nello specifico, i porti liguri, se consideriamo la situazione critica in cui versano le autostrade della regione che, peraltro, il trasporto su rotaia contribuisce a decongestionare in maniera sostanziale dal traffico pesante, diminuendo così nel contempo i disagi per gli automobilisti”.

Condividi questo articolo!