Tour delle discariche che i politici hanno dimenticato

22 Maggio 2015

PREMARIACCO. Il Comitato per la Salvaguardia del Territorio di Premariacco e Cividale, in collaborazione con il Circolo Legambiente di Udine, organizza un “Tour delle cave e delle discariche di Firmano” domenica 24 maggio, con ritrovo alle ore 9.30 in Piazza a Firmano. Alle 9.45 ci si muoverà in bici ( le auto in coda) per far conoscere e/o riscoprire il mai sopito problema ambientale della zona di Firmano ai candidati, nelle varie liste, per le elezioni comunali di Premariacco e Cividale del prossimo 31 maggio. Dalla piazza si transiterà in via Viola per conoscere l’Aspica (prima discarica nel 1987) per poi passare alla Prefir del Gruppo Luci; si percorrerà la provinciale Manzano-Cividale per arrivare alla Gesteco 2, quindi la cava Busolini, cava Anua e la discarica Gesteco 1. Interverrà: Marino Visintini, 30 anni di impegno e di denuncia degli abusi ambientali in provincia di Udine. Le conclusioni verso le 12. Sono invitati: tutti i cittadini interessati al problema e i candidati nelle varie liste.

caveDobbiamo constatare e denunciare – si legge in una nota di Lega Ambiente – che i disastri ambientali (che hanno visto per oltre vent’anni una mobilitazione popolare di notevole attività, con decine di iniziative, con denunce che avevano portato ad alcuni sequestri delle vari attività di smaltimento non sempre regolare), siano passati quasi nel dimenticatoio! Il problema ambientale e sanitario non è sparito per incanto, visto che ha lasciato in eredità un inquinamento delle falde, riscontrato nel lontano 1998; nulla si sa su chi è il responsabile, quali interventi di bonifica siano stati attivati, chi deve intervenire o altro. Che fine ha fatto – conclude il comunicato – il progetto “Firmano Pulita” che prevedeva un risanamento della zona delle cave e discariche? Forse ne hanno guadagnato solamente i professionisti che ci hanno lavorato sopra, proponendo soluzioni fantasiose ( laghetti, campi di golf, piste ciclabili, strutture ricreative, ecc…) e sprecando ben 2 milioni di euro stanziati dalla regione FVG, dopo anni di pressioni del comitato per la salvaguardia del territorio di Premariacco e Cividale sui politici regionale, provinciali e locale del tempo.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!