Torna Medicina (30 posti) all’ospedale di Palmanova

3 Aprile 2021

PALMANOVA. “Da domani verranno riattivati, all’Ospedale di Palmanova, 30 posti letto di Medicina. Dopo il totale azzeramento dell’ultimo mese, con il calare della curva dei contagi, si comincia a rivedere un segnale positivo”. Un messaggio, quello del Sindaco di Palmanova, Francesco Martines, che vuole sottolineare la pressione e il grande sforzo che ha dovuto sopportare il nosocomio della città stellata.

“Sono stati messi a disposizione fino a 175 posti di degenza Covid oltre a 14 di terapia intensiva o semi intensiva. Un enorme impegno per un ospedale di rete, come nessun altro in regione ha dovuto gestire. Crediamo sia giusto che tutto questo sia riconosciuto, permettendo a un territorio da 80.000 abitanti e tredici case di riposo che ruotano attorno alla struttura, di poter usufruire di servizi sanitari adeguati, ristabilendo al più presto la situazione precovid e attivando quelle specialità e servizi più volte promessi dalla Giunta regionale”, aggiunge Martines.

“Serve ridare fiducia sui servizi offerti a tutte quelle persone che ora vedono l’Ospedale di Palmanova solo come un centro Covid. Sarà un’operazione complessa e lunga, ma necessaria. Intanto è urgente rianimare le attività ambulatoriali e non chiudere quelle di ginecologia e pediatria. Non appena calerà in maniera significativa l’emergenza sanitaria, sarà necessario riattivare urgentemente i reparti e i servizi sospesi e far partire subito tutte quelle specialità promesse con il “Super Ospedale” e ancora mai messe nero su bianco nemmeno sugli atti dell’Azienda Sanitaria”.

E conclude il Sindaco di Palmanova: “Capiamo l’emergenza, ma crediamo anche che serva in ogni caso mantenere un’operatività extra Covid per supportare anche tutte le altre patologie che continuano, inevitabilmente, a presentarsi. L’ospedale di Palmanova è stato completamente sacrificato a essere unicamente centro Covid. Ci si ricordi di questo, di come è stato importante in questa battaglia, anche come fondamentale aiuto ad altri territori e ad altre strutture”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!