Tavagnacco aiuta i giovani

23 Gennaio 2013

TAVAGNACCO. Il Comune di Tavagnacco, tramite l’Assessorato alle Attività produttive e alla Politiche del Lavoro, ha attivato un progetto sperimentale, e al momento unico in regione, che prevede l’attivazione di 9 esperienze lavorative per giovani under 30 presso le aziende che lavorano nel settore dell’Information and Communications Technology e della Green Economy. Si tratta di un’iniziativa con cui l’Amministrazione comunale intende supportare l’incontro virtuoso tra le imprese, che per innovazione e prospettive interpretano meglio il futuro, ed i giovani del territorio che hanno un proprio bagaglio di competenze ed entusiasmo da poter investire.

In un momento di crisi economica ed occupazionale come quello attuale, l’iniziativa, sperimentale nel suo genere, rappresenta un’opportunità concreta: per i giovani che possono costruirsi una propria formazione professionale, e per le imprese che possono conoscere e recuperare risorse umane preziose per lo sviluppo della propria attività.

Le esperienze lavorative devono il loro nome al fatto che si tratta di un vero momento di formazione che si svolge on-the-job, cioé presso un luogo di lavoro (imprese o altri soggetti). Non rappresentano un rapporto di lavoro e, di conseguenza, non vincolano le aziende ospitanti all’assunzione al termine dell’esperienza formativa. Oltre ad agevolare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, le esperienze lavorative sono invece uno strumento a sostegno del processo di accoglienza delle imprese verso i giovani, favorendo l’inserimento lavorativo di soggetti in difficoltà rispetto al mondo del lavoro. Le esperienze lavorative prevedono la stipula di un contratto fra tre soggetti: l’azienda, il lavoratore inserito e il soggetto promotore (Comune di Tavagnacco), quale garante del regolare svolgimento dell’esperienza. Le esperienze lavorative rivolte ai giovani under 30 prevedono l’erogazione di un’indennità di partecipazione ai lavoratori inseriti in azienda. Tale indennità verrà erogata interamente dal Comune di Tavagnacco. Le fasi amministrative relative alle esperienze lavorative sono gestite dall’Area Sociale, Contratti, Cultura – Ufficio servizi sociali del Comune di Tavagnacco in collaborazione con l’Ente formativo IALFVG – Innovazione Apprendimento Lavoro Friuli Venezia Giulia.

Le esperienza lavorative coinvolgeranno un numero massimo di 9 destinatari. La durata prevista per ogni esperienza ammonterà a 4 mesi per un numero complessivo di 480 ore ad esperienza. La durata fissa di 4 mesi (non sono possibili proroghe), con un monte ore mensile di 120 ore, prevederà un tetto massimo di 8 ore giornaliere.

L’impresa/studio professionale che intende candidarsi per l’inserimento nel Catalogo delle imprese attivatrici di esperienze lavorative deve presentare la domanda e il progetto per la realizzazione dell’esperienza lavorativa utilizzando l’apposita modulistica. Il bando è a “sportello” ovvero sarà seguito l’ordine cronologico di arrivo delle domande delle imprese/studi professionali. Il termine per la presentazione delle domande da parte di imprese/studi professionali che si occupano di attività inerente la ICT e la Green Economy è il 1° febbraio 2013. Successivamente all’ammissione delle domande e dei progetti delle imprese/studi professionali ospitanti, verranno valutate le candidature dei giovani under 30. I giovani candidati saranno selezionati tramite valutazione preliminare del CV e successivo colloquio di selezione effettuato da una Commissione esaminatrice composta da un membro del Comune di Tavagnacco, un membro dell’Agenzia Formativa IAL FVG ed un membro per ogni impresa/studio professionale ospitante ammessa. La scelta tra i destinatari idonei sarà effettuata dalle imprese/studi professionali, a partire dalla prima impresa/studio professionale che ha presentato domanda.

Tutte le informazioni e le modalità di presentazione della domanda si trovano al link http://www.comune.tavagnacco.ud.it/comune/albo-pretorio/avvisi

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!