Tarvisio Tennis Cup fa tris: da domani nuova edizione

23 Giugno 2017

TARVISIO. La “Città di Tarvisio Tennis Cup” cala il tris. Scatta, da sabato 24 giugno, la terza edizione del torneo femminile internazionale che, ancora una volta, porterà in Valcanale atlete del circuito professionistico Itf da tutto il mondo. La kermesse, sponsorizzata ancora da Bluenergy, nel 2017 avrà un montepremi di 15.000 dollari ed è in programma fino al 1° luglio sui campi in terra rossa gestiti dal Tennis Club Tarvisio presieduto da Giuseppe Montanaro.

Dopo il crescente successo delle prime due edizioni, anche quest’anno non mancheranno le tenniste di valore pronte a contendersi la vittoria finale. Fra loro, si prepara a dire la sua la cilena Fernanda Brito, 25enne capace di vincere 9 titoli in singolare e 10 nel doppio nel circuito Itf, attualmente numero 385 del ranking mondiale. La concorrenza, però, non mancherà: gli organizzatori hanno deciso, infatti, di concedere una wild card a Pia Cuk, vincitrice nel 2015 e che di recente ha ben figurato a Maribor. Tanta voglia di bis, invece, per Manca Pislak, trionfatrice della scorsa edizione in un albo d’oro che, sinora, ha parlato soltanto sloveno. E c’è molta attesa per rivedere all’opera Federica Bilardo, promettente mancina palermitana classe 1999 che lo scorso anno è riuscita ad accedere alla finale.

Ma non finisce qui. Tra le possibili protagoniste a Tarvisio c’è anche Eleni Daniilídou, esperta tennista greca 35enne che, nel 2003, aveva raggiunto addirittura la posizione numero 14 al mondo. L’ellenica, frenata nel corso della carriera da tanti infortuni, ha raggiunto in passato anche la semifinale del torneo di Aurisina. Le speranze azzurre, oltre che sulla Bilardo, sono puntate anche su Nastassja Burnett, 25enne romana capace di arrampicarsi tre anni fa sino alla 121esima posizione nel ranking. Attenzione, però, anche a Stefania Rubini. La 25enne emiliana, attuale numero 553 al mondo, è in grande ascesa e di recente ha agguantato le semifinali del torneo di Brescia da 60.000 dollari prima di arrendersi alla slovena Polona Hercog. Ad assicurare un tocco ancor più internazionale al torneo, poi, ci penseranno l’argentina Carla Lucero e la guatemalteca Kirsten-Andrea Weedon.

Rispetto alle scorse edizioni, la “Città di Tarvisio Tennis Cup” anticipa quest’anno di un mese il suo programma: dopo un 2015 e 2016 a cavallo tra luglio e agosto, nel 2017 le qualificazioni (e, ovviamente, l’intero programma) scatteranno nel prossimo fine settimana: le giornate di sabato 24 e domenica 25 giugno saranno dedicate alle prime sfide che consentiranno di accedere al tabellone principale. Fra le aspiranti ci sono anche le friulane, entrambe tesserate con l’Atomat Udine, Serena D’Ercole e Gaia Di Paolo. Dopo l’antipasto delle qualificazioni che vedono 32 giocatrici impegnate a guadagnare l’accesso al main draw, si entrerà nel vivo lunedì 26 giugno con il tabellone principale, che coinvolgerà 32 tenniste. Il “viaggio” si concluderà sabato 1° luglio, alle 16.30, quando andrà in scena la finalissima che assegnerà il titolo 2017.

Quello di Tarvisio è il quarto appuntamento tennistico di rilievo promosso nella regione dopo i tornei di Cordenons (maschile con montepremi di 42.500 dollari), Grado (femminile da 25.000 dollari), e quello “combined” della Polisportiva San Primo di Aurisina, che abbina la competizione riservata agli uomini con quella delle donne. L’evento in Valcanale, organizzato dal Tennis Club Tarvisio, è possibile grazie all’impegno degli assessorati a Sport e Turismo della Regione, al Comune di Tarvisio, al Consorzio Bim (Bacino Imbrifero Montano della Drava) e alla Provincia di Udine. Piero Tononi, forte dell’esperienza maturata negli ultimi anni a Grado e Aurisina, rivestirà – come già nelle prime due edizioni – il ruolo di direttore del torneo, mentre il giudice arbitro internazionale sarà Guido Pezzella.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!