Swimrun da Grado a Lignano

24 Settembre 2018

LIGNANO. Il mondiale individuale di Swimrun, nonchè campionato italiano CSEN (infatti venivano assegnati due titoli alla manifestazione), è stato uno spettacolo sotto tutti i punti di vista, dall’altissimo livello degli atleti partecipanti provenienti da 4 continenti e 22 nazioni, al contorno di pubblico, con oltre 600 persone sul percorso di gara tra Grado isole e Lignano, alla location d’arrivo allestita in Piazza Marcello D’Olivo a Lignano.

La partenza è avvenuta puntale alle 7, con uno spettacolo medioevale e il tamburo dello speaker Gilberto Zorat. Già dai primi attimi si è capito che era spettacolo allo stato puro. All’uscita sui Tratauri dopo i primi 1200 mt di nuoto, erano in sei in testa alla gara, uscendo a pochi secondi di distanza uno dall’altro in sequenza: Casadei ITALIA (Atleta della Nazionale e Fiamme Oro Polizia), Young AUSTRALIA (vincitore nel 2016 e 2017 del campionato del mondo di swimrun a coppie categoria mista), Cauz ITALIA (vincitore di Aquaticrunner nel 2015 e 2016 e terzo nel 2017), Al-Sultan GERMANIA (campione del mondo Ironman Hawaii), Zamora SPAGNA (vincitore di 12 Ironman in carriera) e McAfee AMERICA. Ros, Arcudi e Girasole erano a meno di un minuto circa dietro a loro.

Al passaggio su Porto Buso il gruppo di testa era formato da cinque atleti, mentre l’americano era dietro a qualche minuto. All’isola di Marinetta in testa era Casadei con 1:49:27, seguito da Cauz +56”, Young +1′ 14”, Al Sultan 1′ 29”, McAfee 3’10”, mentre Zamora si era definitivamente tirato fuori dalla corsa del podio a 12′ 35”. Ros, Arcudi e Girasole erano a 13′ e 35” circa e il russo Kudinov a 13:45.

Ma il podio era oramai chiaro dopo i 2000 mt di nuoto prima dell’ingresso alla ciclabile di Lungomare Trieste a Sabbiadoro, quando Casadei, Cauz e Young avevano staccato i due inseguitori di 2 minuti. A Pineta Alberto CASADEI viene incoronato campione del mondo e campione italiano CSEN con il tempo di 3h 1′ e 30”, Francesco CAUZ, secondo a 1′ 23”, entrambi mestrini, terzo Adriel YOUNG Australia a 3′ 44”, quarto Faris AL-SULTAN Germania a 5’15” e quinto Jack MCAFEE Usa a 17′ 25”.

Tra le donne un podio tutto italiano, prima Jessica GALLEANI, lombarda (già vincitrice del 2015) con 3:42:01, seconde a pari merito due atlete arrivate assieme Adelaide CAPPELLINI dell’Alto Adige, già vincitrice nel 2017 e la partenopea Daniela CALVINO a 6’25”.

Le novità del 2018 sono state sicuramente le gare Kids e Short di Lignano. Infatti mentre alle 7 partiva il mondiale da Grado, alle 8 partiva l’Aquaticrunner short dall’ufficio 7 di Sabbiadoro, mentre allo 9 l’Aquaticrunner Kids per i ragazzini. Questi eventi collaterali sono stati connessi al principale dal fatto che tutti gli atleti sono arrivati sotto l’arco dell’Aquaticrunner. Vincitori della Short l’austriaco PACHTEU-PETZ Marcel con 1:09:36, tra le donne GRASSO Giulia, padovana, con 1:17:01.

Quindi le premiazioni con la presenza del Presidente del Consiglio Regionale FVG Piero Mauro Zanin, il vicesindaco di Lignano Alessandro Marosa, il presidente di Lignano Pienta SPA Giorgio Ardito, Vicepresidente Nazionale CSEN, ente patrocinante, Giuliano Clinori, il comandante della Capitaneria di Porto di Lignano C° 1ª Cl. Np Raimondo Porcelli. La gara è stata trasmessa su Cafetv24, su alcune televisioni ungheresi, e verrà trasmessa per 15 repliche su Bike Channel 214 Sky e su RetEconomy canale 260 DDT in chiaro. Ad Aquaticrunner erano presenti due troupe della RAI per la trasmissione Linea Blu, presenti sul campo già sabato pomeriggio, che hanno ripreso tutta la gara dalle sei e mezza della mattina fino al dopo gara. Le immagini verranno inserite in una trasmissione di ottobre e contestualizzate nella laguna di Grado e Marano in occasione della fine della grande guerra del 1918.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!