Startup: nuove prospettive di crescita con l’iniziativa italo-slovena CAB

2 Agosto 2018

UDINE – Dieci startup innovative già avviate, con un prodotto o un prototipo disponibile e un buon potenziale di crescita sui mercati italiano e sloveno, saranno le protagoniste dell’innovativo percorso di accelerazione transfrontaliero italo-sloveno CAB, promosso e coordinato da Friuli Innovazione in collaborazione con uno tra i migliori 60 acceleratori d’impresa al mondo: ABC Accelerator di Lubiana.

Obiettivo: supportare le giovani realtà imprenditoriali selezionate (che si devono iscrivere al bando entro il 31 agosto) nella delicata fase di ingresso nel mercato cominciando a sperimentare con due Paesi Italia e Slovenia, grazie ad un percorso della durata di sei mesi (da settembre 2018 a marzo 2019) da svolgersi per tre mesi in Slovenia presso ABC Accelerator e per tre mesi in Italia presso Friuli Innovazione a Udine e l’Università Ca’ Foscari a Venezia.

La “migrazione” delle startup da un Paese all’altro durante il percorso serve per sfruttare al meglio le caratteristiche peculiari delle due aree: con la sua economia giovane e dinamica, la Slovenia rappresenta infatti un mercato ideale per sperimentare prodotti/servizi innovativi; l’Italia, con la sua economia più consolidata, offre invece basi importanti per lo sviluppo del business. In particolare il Nordest fa da ponte di testa ideale verso il mercato nazionale. Obiettivo è il Mondo, ma soprattutto nella fase iniziale di ingresso sul Mercato è fondamentale elaborare rapidamente i feedback e porre in essere immediatamente le azioni conseguenti.

I team che parteciperanno alla sperimentazione avranno accesso a una rete di mentori e consulenti, saranno messi in contatto con investitori internazionali e potranno avviare collaborazioni con grandi imprese leader di settore italiane e slovene, come Danieli Group, Aristoncavi, Aquafil, Asalaser, Carel Industries, Irinox, BTC, Petrol, Telekom, Triglav.

“Continuiamo a promuovere l’educazione all’imprenditorialità nella nostra Regione anche cercando di  attirare talenti da fuori e convincerli a sviluppare il loro business nell’ecosistema per le startup dell’Alpe Adria, che stiamo costruendo da qualche anno con i colleghi di realtà austriache, slovene e croate come del Veneto” – dice Fabio Feruglio, Direttore di Friuli Innovazione. – Dal 2005 (anno della sua fondazione) ad oggi Friuli Innovazione ha formato più 2.100 imprenditori, creato 60 imprese e più di 230 posti di lavoro, sono numeri piccoli, ma tutto ciò che abbiamo fatto non è costato un Euro al territorio che ne ha beneficiato. Sarebbe però fondamentale che anche nel nostro Paese e nella nostra Regione ci fossero azioni sistematiche pubblico/private per fertilizzare, far crescere e sostenere le idee di business. Noi ci siamo”.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto CAB – Crossborder Acceleration Bridge, finanziato dal Programma di cooperazione transfrontaliera Interreg V-A Italia- Slovenia 2014-2020 e attraverso il Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR).

Si può fare domanda di partecipazione fino al 31 agosto 2018. Tutte le informazioni e le modalità per l’iscrizione sono disponibili sul sito www.friulinnovazione.it

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!