Staffetta generazionale: la Cisl premia gli studenti

16 Maggio 2017

UDINE. Anche quest’anno la CISL di Udine e la Federazione Pensionati CISL di Udine hanno indetto un concorso dal titolo “Staffetta generazionale”, che ha visto la partecipazione di alcune scuole superiori. Alla terza edizione hanno partecipato infatti I.T. “G. Marinoni”, ISIS “Caterina Percoto”, I.T. “Antonio Zanon” e “IAL”, tutti di Udine. Questo progetto ha contribuito ad intraprendere un dialogo e un confronto tra il mondo della scuola e quello del lavoro, favorendo uno scambio intergenerazionale finalizzato ad arricchire le competenze dei giovani per un loro inserimento nel mondo del lavoro. Il 18 maggio, in Sala Ajace a Udine, si terranno le premiazioni dei 14 lavori presentati dai ragazzi delle classi quarte e quinte supportati dagli insegnanti.

Interessanti sono stati gli elaborati scritti dai ragazzi dove emerge che la Staffetta rappresenta una possibilità per entrare nel mondo del lavoro, affermando che i lavoratori anziani potrebbero venire affiancati da menti, sì inesperte ma dall’altra più reattive, per rispondere alle esigenze dei datori di lavoro. In questo modo i lavoratori prossimi alla pensione diminuirebbero la propria attività lavorativa e, con le adeguate garanzie
retributive e contributive, trasformerebbero il loro piano di lavoro da full-time a part-time dando la possibilità ai giovani di entrare prima e più agevolmente nel mondo del lavoro.

Una classe del “Percoto” si è cimentata in un video fatto con la tecnica dello “speed-drawing”, dal titolo “Possiamo cambiare il mondo del lavoro”, mentre un alunno di quinta del “Marinoni” ha proposto delle foto che rappresentano i passi fatti all’interno della attività familiare dove il padre gli trasmette la professionalità di un mestiere difficile ma che può dare grandi soddisfazioni (l’edilizia). I ragazzi vedono il mondo del lavoro come una giungla, una realtà caotica e spietata e l’età del pensionamento, che è sempre più alta a causa della Riforma Fornero che fa aumentare la disoccupazione giovanile. Tutto ciò è considerato uno dei maggiori problemi della nostra società. Negli scritti si sono posti le domande perché questa normativa (Staffetta generazionale) sia fallita a livello nazionale. Avrebbe potuto creare un sistema innovativo e vantaggioso per chi era vicino alla pensione e per l’ingresso dei giovani nel mercato del lavoro. Forse non c’è stato un adeguato interesse nel pubblicizzarla.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!