Staffetta generazionale: la Cisl premia gli studenti

22 Maggio 2019

UDINE. Anche quest’anno la Cisl di Udine e la Federazione Pensionati Cisl del capoluogo friulano hanno indetto un concorso dal tema “L’alternanza scuola-lavoro avvicina i giovani studenti al mondo del lavoro: uno scambio di competenze tra i giovani e i lavoratori”. Alla quinta edizione del progetto Staffetta Generazionale hanno partecipato i seguenti istituti: Liceo Scientifico Copernico, Ial Fvg, I.P. per l’Agricoltura Sabbatini, Liceo Percoto, Isis Stringher e Isis Paolino d’Aquileia. Si è creata così un’occasione di dialogo e di confronto, favorendo uno scambio di esperienze intergenerazionali. Con i loro lavori i ragazzi hanno fatto conoscere le competenze acquisite durante l’alternanza scuola-lavoro, che non solo avvicinano i giovani al quel mondo, ma permettono uno scambio di relazioni con i lavoratori, favorendo anche – si legge in un comunicato – la conoscenza del mondo sindacale e lo sviluppo di una cultura solidaristica per superare il solo “io” giungendo al “noi”. Le esperienze maturate fanno dei giovani persone più attive e propositive, in grado di superare staticità e passività fin troppo presenti nella società attuale. La situazione di crisi che interessa tutt’ora la nostra Provincia penalizza soprattutto i giovani.

I ragazzi dello Ial Fvg hanno proposto un video sulle varie abilità e competenze che hanno acquisito durante la simulazione dell’attività pratica e la partecipazione ai concorsi relativi al loro ambito lavorativo. Importante anche il lavoro svolto dagli alunni dell’Istituto di Agraria che hanno presentato la loro attività di bachicoltura, con l’obiettivo di recuperare le tradizioni del passato e, al tempo stesso, di mettere in contatto le giovani generazioni con l’attività agricola locale vista come attenzione al passaggio tra generazioni, offerta culturale e utilizzo della biodiversità.

Dai lavori emerge che diversi alunni hanno dubbi e perplessità; pensano addirittura di aver sbagliato il percorso di studio ma, con le varie esperienze, invece, hanno capito che questa è la loro strada grazie alle persone con cui hanno lavorato. Le esperienze hanno insegnato loro che nella vita bisogna sempre rincorrere i propri sogni e mai smettere di lottare per realizzarli. L’alternanza scuola-lavoro infatti permette uno scambio di competenze tra giovani e lavoratori, competenze psicologiche ma anche manuali perché i segreti del mestiere molte volte si imparano osservando chi è già inserito nel mondo del lavoro.

Il 23 maggio nella Sala Polifunzionale della Fondazione Casa dell’Immacolata si terranno le premiazioni dei lavori presentati dai ragazzi delle classi quarte e quinte supportati dagli insegnanti. Saranno presenti, per dialogare con gli studenti, il Segretario Nazionale Cisl Giorgio Graziani, il Segretario Nazionale della Fnp Ermenegildo Bonfanti, il dott. Francesco Roiatti per la Cciaa di Pordenone-Udine, il Presidente di Confartigianato Udine Graziano Tilatti, l’Assessore regionale Alessia Rosolen e il Vicepresidente di Confindustria Udine Davide Boeri.

Condividi questo articolo!