Sportello del cittadino online attivato per tre Comuni

4 Giugno 2017

MERETO DI TOMBA. Grazie al percorso verso la fusione, è stato attivato uno sportello informatico che permette ai cittadini dei Comuni di Mereto di Tomba, Flaibano e Sedegliano di accedere a molti servizi tramite Internet. Il termine corretto è “Sportello polifunzionale per il cittadino” e si tratta di una forma di semplificazione nell’erogazione dei servizi forniti dai Comuni. Grazie al supporto dei tecnici del ComPA – ANCI FVG, che li sta seguendo assieme all’Università di Udine nel percorso verso la fusione, i tre Comuni hanno fatto un primo importante passo verso l’attivazione di un servizio che punta a migliorare notevolmente il livello e la velocità dei servizi offerti dall’Amministrazione comunale.

L’obiettivo dello Sportello è quello di accogliere e orientare i cittadini che si presentano nel proprio municipio, evitando che siano loro a girare su più sedi e uffici e fornendo le informazioni più immediate su tutti i servizi comunali. Il primo risultato è stato quello di caricare sui siti dei tre Comuni uno spazio online dal quale possono essere scaricate le principali informazioni su molti dei servizi offerti, compresi i moduli che servono per le richieste previste dalle varie procedure.

“Siamo molto soddisfatti del raggiungimento di questo primo obiettivo – dichiarano i Sindaci Luca Picco, Massimo Moretuzzo e Ivan Donati -. Ora sui nostri siti sono accessibili documenti e moduli che permetteranno ai cittadini di risparmiare tempo e semplificare l’accesso ai servizi comunali. Questo risultato è il frutto di vari mesi di lavoro, reso possibile dal percorso verso la fusione. Se questa, come speriamo, andrà a buon fine, potremo completare l’attivazione dello sportello non solo online, ma anche con le postazioni in presenza previste nei singoli municipi”.

L’attivazione dello Sportello del Cittadino è stata sollecitata in particolare nell’ambito degli oltre 50 incontri con imprese, associazioni, residenti, che i tre Sindaci hanno fatto a partire dallo scorso anno per spiegare il percorso di fusione e rappresenta una soluzione già ora operativa per il mantenimento di servizi efficienti ed efficaci nelle tre sedi municipali.

Condividi questo articolo!