A Sistiana boe sonore per i velisti non vedenti

24 Maggio 2016

unnamedSISTIANA – La baia di Sistiana diventa il primo campo italiano d’allenamento e gara per i velisti non vedenti, grazie alle due boe sonore donate dal Rotary Club Trieste all’Associazione sportiva dilettantistica Fairplay “Massimo Bertoni”, presieduta da Druso Nordio.

Una volta posate in acqua le boe, sui vertici delle quali sono installate delle sirene, emettono suoni intermittenti di diverso timbro, volume e cadenza, attraverso i quali i velisti sono in grado di stabilire la propria posizione sul percorso nautico e decidere tempestivamente le virate da eseguire per raggiungere il traguardo. Il tutto in assoluta autonomia, senza alcuna necessità di aiuto esterno.

Nelle competizioni, l’unico supporto necessario ai velisti è costituito dalle indicazioni provenienti da una barca appoggio, per evitare la possibilità di collisioni tra i regatanti.

In futuro anche questo ostacolo verrà superato, munendo le imbarcazioni di un sistema sonoro, attualmente in fase di studio. I non vedenti potranno competere tra loro in match race senza più dover essere seguiti da personale su un gommone, come avviene al momento, effettuando senza rischio anche incroci tra le imbarcazioni in gara.

«Fairplay è l’unica associazione in Europa a svolgere questo tipo di attività con velisti non vedenti, e il Rotary Club Trieste è gratificato dall’aver reso possibile attrezzare con le boe sonore il percorso nautico di Sistiana – ha detto il Presidente Sergio Cecovini alla cerimonia di consegna -. La pratica sportiva è uno strumento di grande efficacia nell’alleviare le sofferenze psichiche delle persone diversamente abili, indipendentemente dall’età, per cui questa iniziativa si incardina perfettamente nell’ambito dei service umanitari svolti durante il nostro anno sociale».

Grazie anche al supporto del Rotary Club Trieste l’Asd Fairplay amplia quindi il ventaglio delle opportunità offerte per il miglioramento delle capacità psicomotorie attraverso la pratica sportiva, svolta sia individualmente sia collettivamente.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!