“Signor Sindaco, i passaggi a livello li togliamo o no?”

31 Ottobre 2018

Treno merci, passaggio a livello, veicoli in sosta: immagine di quotidiano disagio

UDINE. Nonostante le promesse secondo cui dal 2013 i treni merci sarebbero stati trasferiti nella tratta interrata, continuano a passare per Udine tagliando in due la città. “Sono passati anni – si legge in un comunicato del Comitato per l’eliminazione dei 5 passaggi a livello – da quando la giunta Serracchiani, per bocca dell’ex Assessore alle infrastrutture Santoro, aveva promesso che dal 2013 tutti i merci sarebbero stati trasferiti nella tratta interrata! E invece ancora, uno qua e uno là, continuano a passare, come avvenuto anche oggi sull’ora di pranzo! Quando tempo fa, abbiamo incontrato, ad una ad una, tutte le forze politiche per avere una risposta chiara e diretta, se fossero d’accordo o no nel volere l’eliminazione dei 5 passaggi a livello che tagliano Udine in due.

Tutti gli schieramenti, anche quelli che a quei tempi erano all’opposizione, si erano dichiarati d’accordo! Ora queste forze politiche – si sottolinea – hanno vinto e governano a Udine, in Regione e a Roma e quindi non avrebbero dovuto avere ostacoli di sorta che impedissero loro di concretizzare quanto promesso. Ma sono ormai passati mesi, e niente si è mosso! La tratta interrata è stata ripristinata e raddoppiata dopo le nostre battaglie e ora ci sono due binari, invece del binario unico della vecchia ferrovia, ma niente si è mosso!

Il Comitato ricorda anche che il Sindaco Fontanini, nella sua campagna elettorale, si era dichiarato favorevole all’eliminazione dei passaggi a livello e quindi come Sindaco della città, avrebbe già potuto chiedere alla Regione che pretendesse dal Governo di fare quanto necessario per eliminare il problema. Ma sono passati mesi dalle elezioni e non ci sono notizie di sue azioni in proposito. Così il nostro Comitato, ha di nuovo dovuto scendere in piazza, sotto la Loggia del Lionello, mentre era in corso la Seduta del Consiglio Comunale, assieme ad altre associazioni che chiedevano di ripristinare la chiusura del centro Storico alle auto. Il Sindaco, però, non è venuto ad incontrare i cittadini che chiedevano attenzione per loro istanze”.

Nel comunicato, infine, si evidenzia un problema collegato: quello dell’inquinamento. “Ogni venti minuti o mezz’ora si chiudono le sbarre dei passaggi a livello e la maggior parte degli automobilisti non spegne il motore in quelle continue soste, inquinando così l’aria della città”.

“Se niente cambierà nel frattempo – avvertono dal Comitato -, ogni volta che si riunirà il consiglio Comunale, noi saremo di nuovo presenti sotto la Loggia del Lionello a manifestare per chiedere nuovamente l’eliminazione dei 5 passaggi a livello che tagliano Udine in due”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!