Si sta ultimando a Preone la nuova stalla per 103 caprini

1 Maggio 2018

TOLMEZZO. Diversi sono gli interventi portati avanti dall’UTI della Carnia nel settore delle opere pubbliche, alcuni dei quali attinenti al comparto agricolo. Tra questi si sta ultimando la realizzazione della stalla nel Comune di Preone, un progetto avviato dall’ex Comunità Montana della Carnia nel 2014 e inserito nel Piano di Insediamento Produttivo Agricolo (P.I.P.A.) realizzato dal Comune di Preone e denominato “Il Bech”.

Il progetto prevede la realizzazione di una stalla utile ad accogliere 103 caprini più capretti e consente una produzione di latte di circa 200-250 kg al giorno. La struttura è composta da un edificio principale con stalla, sala mungitura e sevizi; un secondo fabbricato con il caseificio, locali dedicati all’affumicatura, alla stagionatura, al confezionamento dei prodotti, oltre a due vani adibiti rispettivamente ad ufficio e servizi. Un fienile ed una concimaia completano la stalla. La stalla, di proprietà dell’UTI della Carnia, è stata costruita su terreni di proprietà del Comune di Preone ricompresi nel Piano di Insediamento Produttivo Agricolo “Il Bech”.

Dopo diversi anni di lavori, la stalla di Preone sta per essere ultimata. L’UTI della Carnia sta completando l’allestimento interno della struttura, fornendola di tutti gli strumenti necessari all’accoglienza dei caprini, alla produzione di latte e alla pulizia del locale. Il Comune di Preone, dopo la stipula di una convenzione con l’UTI della Carnia, ha individuato tramite un bando di gara il gestore a cui sarà concesso in locazione l’intero compendio immobiliare realizzato, oltre che i terreni coltivi, seminativi, di pascolo e la struttura della malga Palis, con annessi pascoli, di proprietà del comune di Preone.

“Sostenere l’agricoltura e la zootecnia e, attraverso questo, dare vitalità al territorio e tutelarne il paesaggio – dichiara Francesco Brollo, Presidente dell’UTI – è una delle vocazioni che l’UTI della Carnia si è data e che ispira l’intervento a Preone, che chiude il cerchio di una operazione voluta e avviata dalla Comunità Montana della Carnia”.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!