Si aiutano i terremotati anche andando al Bagno Ausonia

28 Agosto 2016

LIGNANO. Devolverà la metà dell’incasso giornaliero a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Centro Italia. È l’iniziativa solidale dello stabilimento balneare numero 9 “Ausonia” di Lignano Sabbiadoro che oggi, domenica 28 agosto, è idealmente al fianco delle popolazioni colpite dal recente sisma. A raccontare l’iniziativa è Lorenza Ceiner, titolare di “Ausonia”: «In questo momento di difficoltà per quanti hanno dovuto fare i conti con il terremoto dello scorso 24 agosto – racconta – ho voluto dare il mio contributo. Ho scelto questa giornata proprio perché, anche grazie al meteo favorevole, c’è un grande afflusso di visitatori e ciò, quindi, consentirà di dare un aiuto cospicuo ai territori colpiti da questa sciagura”.

Lorenza Ceiner Ausonia LignanoLorenza ha seguito l’esempio di suo nonno Pietro Ceiner, che nel 1976 si era prodigato per aiutare gli abitanti del Friuli Venezia Giulia colpiti dall’Orcolat. «Allora, il nonno aveva messo a disposizione alcuni appartamenti per ospitare i terremotati. Mi sono sentita in dovere pure io di fare qualcosa per le popolazioni del Centro Italia».

Anche il sindaco di Lignano Sabbiadoro, Luca Fanotto, plaude all’idea: «Si tratta di un’iniziativa lodevole e meritevole – commenta il primo cittadino -, che testimonia ancora una volta il grande senso di solidarietà non soltanto della gente friulana, ma anche di quella lignanese che, già 40 anni fa, si era prodigata per dare una mano a quanti erano stati colpiti dal terremoto. La raccolta fondi promossa dall’Ausonia è l’ennesima dimostrazione di come la gente di Lignano abbia uno spirito solidale unico. Mi auguro che iniziative simili si moltiplichino». Fanotto, infine, annuncia la discesa in campo a favore dei terremotati anche del Comune di Lignano Sabbiadoro: «Porteremo la questione nel prossimo consiglio comunale – conclude – e vedremo come procedere per portare il nostro aiuto».

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!