Serracchiani a Pn: importanti investimenti sull’Interporto

21 Giugno 2021

PORDENONE. “Bisogna finalmente dare il via alla realizzazione della cosiddetta stazione elementare, che riveste importanza strategica per lo sviluppo del’Interporto, permettendo di superare attuali vincoli e limitazioni alla movimentazione ferroviaria. E’ una fase già prevista dalla convenzione del 2013 tra Interporto, Rete Ferroviaria Italiana e Regione Fvg, e costituisce l’investimento più importante per rendere il traffico più sicuro e più veloce: procedere rapidamente dev’essere una priorità per tutti i soggetti coinvolti. Ottimo risultato l’inserimento nel Pnrr”. Lo ha detto oggi a Pordenone la presidente del gruppo Pd della Camera Debora Serracchiani, incontrando il presidente e l’amministratore delegato dell’Interporto – Centro Ingrosso di Pordenone, Silvano Pascolo e Giuseppe Bortolussi, assieme al presidente di Confindustria Alto Adriatico, Michelangelo Agrusti.

Serracchiani, che già da europarlamentare si era adoperata per sbloccare la realizzazione del raccordo dell’interporto con la rete ferroviaria e poi da presidente di Regione aveva accompagnato le intese con Rfi, ha rilevato che “in pochi anni l’Interporto di Pordenone ha fatto un enorme balzo avanti in termini di potenziamento delle infrastrutture, dello sviluppo tecnologico e del peso degli investimenti: i numeri dei traffici confermano che le scelte, operate anche d’intesa con le istituzioni regionali e nazionali, sono state corrette e lungimiranti. I nuovi interventi programmati – ha spiegato – consentiranno una migliore gestione logistica degli spazi, sgraveranno la stazione centrale di Pordenone dal traffico merci e ridurranno notevolmente i tempi di percorrenza. Tra i temi discussi – ha riferito inoltre la parlamentare – anche i disagi segnalati dai cittadini che abitano negli agglomerati adiacenti l’interporto, dove si faranno interventi per limitare al massimo l’impatto sonoro e luminoso sull’abitato”. In proposito, Serracchiani ha assicurato il suo “personale impegno nel rapporto con Rfi per agevolare la soluzione delle problematiche degli abitanti”.

Condividi questo articolo!