Sereni Orizzonti partecipa all’iniziativa “Aiutaci a crescere. Regalaci un libro!”

25 Luglio 2017

UDINE – Anche quest’anno Sereni Orizzonti aderisce al progetto “Aiutaci a crescere. Regalaci un libro!” promosso in tutte le librerie d’Italia Giunti al punto. Una campagna estiva volta a promuovere la lettura che ha riscosso un grande successo: dai 150.000 libri donati nella prima edizione del 2013 si è arrivati a quasi 217.000 lo scorso anno. Un risultato soddisfacente per sensibilizzare le scuole primarie e dell’infanzia sul ruolo dei libri nel percorso di crescita dei bambini.

“Donare un libro è come aprire una finestra sul mondo della conoscenza” spiegano dalla Sereni Orizzonti, che ha accolto con entusiasmo la proposta della libreria di Via Vittorio Veneto a Udine, dove ha sede il Gruppo friulano. “Siamo molto felici di poter nuovamente contribuire alla crescita dei bambini con un piccolo dono alle scuole, che potranno così arricchire le loro biblioteche di classe di nuovi volumi e promuovere l’interesse per la lettura come strumento di responsabilità sociale”.

Giocando, e leggendo, s’impara. Per questo, Sereni Orizzonti ha scelto una collana di libri di divulgazione scientifica per ragazzi, ricca di immagini e capace di stuzzicare la fantasia e la curiosità dei lettori. Dai testi per aspiranti “piccoli chimici”, a quelli dedicati alla storia delle stelle sino alla scoperta del corpo umano, tutti pensati per stimolare l’ingegno dei piccoli e accrescere la loro manualità nel formato dei libri-gioco. Con “Viaggio nel mondo dei Dinosauri” e “Viaggio nello Spazio” i bambini avranno la possibilità di esplorare mondi poco conosciuti e di soddisfare la loro curiosità.

Completano la serie un piccolo manuale per i videogiocatori e uno per l’uso dei social network per responsabilizzare i più piccoli sull’uso corretto dei Video giochi e su quello, sempre più precoce, di Facebook, Instagram o Snapchat. “Cyberbulli al tappeto” è in particolare una vera e propria guida pensata per aiutare i ragazzi ad affrontare comportamenti o linguaggi offensivi tipici del cyberbullismo in rete.

I libri verranno raccolti nella Biblioteca civica Joppi e distribuiti alle scuole primarie e dell’infanzia che ne faranno richiesta, andando ad arricchire numerose biblioteche di classe.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!