Serata di basket e gratitudine

12 Giugno 2013

CODROIPO. Mai come in questa XXVII edizione l’evento Green Coach ben coordinato dal comitato provinciale FIP in collaborazione con il Gruppo Piubello, ha avuto grande riscontro di partecipanti oltre che un giusto contenuto di messaggi positivi e propositivi. Massimo Piubello ha svolto il compito di conduttore della serata introducendo quello che Claudio Bardini ha descritto come “Time out del ricordo”, nel quale oltre a Matteo Molent da sempre citato negli eventi del Gruppo Udinese, è stata ricordata la figura del maestro Cargnello, vero insegnante di minibasket nella sua Pozzuolo del Friuli.

Moltissime le autorità presenti al Palasport di Codroipo: Luigi Sant, vicepresidente FIP e consigliere della pallacanestro codroipese; l’assessore comunale allo sport Flavio Bertolini, oltre che il presidente regionale FIP Giovanni Adami, il rappresentante Coni Provinciale Silviano Parpinel, il vice presidente settore minibasket nazionale Lucio Bortolussi e logicamente il vero padrone di casa il prof Claudio Bardini presidente del comitato provinciale.

Il consigliere regionale Novelli ha introdotto l’iniziativa “Senza scorciatoie: nello sport e nella vita”, nel quale sono stati sensibilizzati tutti i presenti, circa i grandi pericoli che la strada ed il suo percorrerla con i mezzi a nostra disposizione comporta. Toccanti le esperienze di due diversamente abili così costretti dall’imprudenza della loro gioventù. Massimo Piubello quindi ha presentato al folto pubblico – come già pubblicato – le quattro immagini fotografiche del concorso FIP “Bale tal Gei”, premiando i vincitori delle due categorie scuole e appassionati che sono risultati rispettivamente Tomas Bergamasco e Marco Plozner.

Il proseguio della serata sempre scandita da ottimi ritmi e calorosa partecipazione con sinceri applausi dei molti genitori e nonni presenti, ha quindi visto oltre che le premiazioni di rito per le istituzioni locali, omaggiare tutte le società meglio classificatesi nei rispettivi campionati femminili e maschili di quello che è l’attrezzo principale della pallacanestro ovvero un pallone oltre alla classica simbolica targhetta ricordo. Nella parte finale, prima della foto di rito di tutti i premiati ecco che Bardini e Piubello hanno consegnato una targa personalizzata a molti personaggi del basket provinciale in segno di riconoscenza per quanto fatto.

Particolarmente festeggiato il premio che dà il nome all’iniziativa ovvero il Green Coach 2013 che è stato assegnato per i grandi meriti sul campo a un emozionato Daniele Portelli, elogiato per il suo lavoro a 360° dal settore giovanile fino alle squadre senior.

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!