Serata a Ronchi per capire meglio cos’è l’affido familiare

8 Maggio 2019

RONCHI DEI LEGIONARI. “Una grande famiglia per crescere assieme”: questo il titolo dell’incontro sull’affido familiare e sull’attività de “Il Focolare onlus” previsto per giovedì 9 maggio alle 20, nell’auditorium comunale di Ronchi dei Legionari.

Nonostante l’amore, non sempre un genitore, a causa di problemi di disagio sociale o di salute o di altro genere, può crescere il proprio figlio. Si deve quindi pensare di ricorrere all’affidamento ad altri, ma sempre nel rispetto della serenità e della felicità dei bambini. L’affido familiare deve essere è un gesto d’amore verso un bambino in difficoltà, per aiutarlo a ricostruirsi una vita felice. Ed è questo quanto fa l’associazione Il Focolare Onlus, con sede a Campolongo-Tapogliano, in provincia di Udine, che ormai da 15 anni opera in regione con l’intento di creare un’alternativa concreta a favore dei bambini che si trovano a vivere in famiglie con situazioni critiche.

Un impegno quello del Focolare che verrà illustrato giovedì sera nell’auditorium comunale di Ronchi. Organizzata grazie alla collaborazione dell’amministrazione comunale, i cui rappresentanti porteranno un saluto in apertura, l’iniziativa illustrerà l’attività del Focolare, grazie all’intervento della psicologa, psicoterapeuta e coordinatrice de “Il Focolorare onlus”, Deborah Rossit, la pedagogista e giudice onorario del Tribunale dei Minori di Trieste, Chiara Tunini e Alda Brunetti, presidente de “Il focolare onlus” e famiglia affidataria. Durante l’incontro verrà approfondito l’argomento dell’affido familiare, per fornire tutti gli elementi necessari per fare una scelta consapevole a chi si propone come affidatario e sottolineando come deve essere messo in primo piano il fatto che bisogna pensare innanzitutto ai bambini e non al desiderio degli aspiranti genitori.

L’associazione “Il Focolare-Onlus” opera dal 2004 nell’ambito del sostegno alle famiglie affidatarie su tutto il territorio regionale, promuove incontri di sensibilizzazione sul tema dell’affido familiare, collabora anche in convenzione con Enti e Istituzioni presenti sul territorio per co-rispondere ai diversi bisogni a sostegno dei diritti dei minori e delle famiglie naturali ed affidatarie, che vengono seguite costantemente e supportate negli incontri con i Servizi Sanitari e gli Ambiti territoriali di riferimento, tramite contatto telefonico e colloqui di consulenza/sostegno.

Condividi questo articolo!