“Saremo poco rappresentati: i parlamentari Fvg facciano cambiare i Collegi elettorali”

19 Dicembre 2020

Markus Maurmair

UDINE. Il Governo ha confermato la composizione dei nuovi collegi elettorali prevedendo, per la Camera dei deputati, tre collegi uninominali (Trieste-Gorizia, Udine, Pordenone) in Friuli-Venezia Giulia e uno unico per il Senato. Ribadisce il suo sconcerto – in una nota – il presidente del Patto per l’Autonomia, Markus Maurmair, dopo la denuncia di qualche settimana fa alla notizia dell’approvazione preliminare della nuova composizione.

«Dopo la riduzione dei parlamentari, da 20 a 12, la rappresentanza del Friuli-Venezia Giulia riceve un altro duro colpo», afferma, sollecitando che «si corregga il sistema elettorale per garantire un minimo di pluralismo alle istanze territoriali, perché senza una clausola di salvaguardia delle minoranze linguistiche, allo stato attuale delle cose per i movimenti espressione del territorio regionale è negata la possibilità di una propria rappresentanza nell’assemblea legislativa statale, garantita in pratica soltanto ai rappresentanti dei partiti italiani», conclude Maurmair, auspicando che «i parlamentari friulani a Roma sappiano reagire a questa situazione difendendo gli interessi della minoranza friulana, come hanno fatto quelli sloveni a tutela della loro».

Condividi questo articolo!