Santa Lucia e poesie

12 Dicembre 2011

Il 13 dicembre al Natale in città del Comune di Pordenone non può mancare l’incontro con Santa Lucia, che scenderà in centro città tutta di bianco ammantata, accompagnata da due simpatici angeli, con le ali nascoste dagli abiti, ma molto molto alti. Insieme incontreranno i bambini distribuendo dolcetti e caramelle, come vuole la tradizione: ma solo ai bambini buoni!

Appuntamento culturale per il Natale in città martedì 13 alle ore 18.00. Nella sala conferenze “Teresina Degan” della Biblioteca Civica di piazza XX Settembre, si terrà la presentazione del libro di poesie di Claudio Grisancich “Conchiglie. Sessant’anni di poesia (1951-2011)”, Edizioni Lint, 2011, cui interverranno l’autore, il pubblicista Walter Chiereghin e il critico Fulvio Senardi. Nel 1951, sessant’anni fa, Claudio Grisancich “buttò giù” la sua prima composizione in dialetto triestino, dopo aver ascoltato a Radio Trieste Anita Pittoni, che recitava una poesia di un autore locale. “Ascoltare quei versi in dialetto – rivela il poeta – fu per me la rivelazione che il modo in cui si parlava a casa o in strada con la “mularìa” si poteva usare per fare poesia”. Dalla prima raccolta di poesie, “Noi vegnaremo”, pubblicata dalla stessa Pittoni nel 1966, a oggi, Grisancich ha dato vita con la sua opera a un corpus poetico fra i più significativi e riconosciuti della poesia dialettale triestina del Novecento. Il volume raccoglie per la prima volta l’intera produzione poetica in dialetto triestino di Grisancich, con l’aggiunta delle liriche più recenti, ancora inedite. Chiude la raccolta un’ampia antologia dei contributi critici dedicati alla sua opera poetica (tra i quali, quelli di Anita Pittoni, Franco Brevini e Giovanni Tesio). Claudio Grisancich, poeta e scrittore, vive e lavora a Trieste, dove è nato nel 1939. Autore soprattutto di poesia in dialetto triestino, ha scritto anche poesie e racconti in lingua italiana, testi teatrali, sceneggiati e documentari radio-televisivi. Con Roberto Damiani ha curato le due antologie “Poesia dialettale triestina” (1975) e “La poesia in dialetto a Trieste” (1989). Ingresso libero.

 

 

Argomenti correlati:

Condividi questo articolo!